Padre uccide figlio | “Non voleva dormire” | aveva solo 4 anni

Un padre uccide figlio causandogli delle tremende lesioni interne. Il piccolo ha dovuto sopportare una lunga agonia prima di morire.

Padre uccide figlio
Padre uccide figlio Foto dal web

Padre uccide figlio. La scoperta è avvenuta per ammissione fatta dallo stesso genitore, un giovane di 23 anni. Lui è Brandon Lee Harris ed alla polizia ha affermato di avere tolto la vita del suo bambino Kobe, di 4 anni, dopo averlo scosso con eccessiva forza. Il tutto accadde nel mese di maggio del 2018.

LEGGI ANCHE –> Mamma uccide figlio | corpo abbandonato dopo averlo avvelenato

A seguito di queste dichiarazioni ora Harris è finito in carcere per 4 anni con una condanna senza alcuna condizionale per 18 mesi. Un giudice lo ha ritenuto di assalto aggravato e di omicidio colposo. Ma ciò che è peggio è che il piccolo è rimasto in coma per oltre un anno, finendo con il morire solamente ad agosto del 2019, a causa delle gravi ferite interne riportate. La vicenda avvenne nella parte meridionale dell’Australia. Nel frattempo Harris aveva approfittato della condizionale per uscire dal carcere. Ma dopo appena tre mesi è finito di nuovo in carcere ed ora dovrà affrontare le sentenze di condanna alla Corte Suprema nel corso di una udienza che avverrà a giugno del 2020.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Iran, 13enne decapitata dal padre: era scappata con il suo “amante”

Padre uccide figlio, tremende le lesioni causate al piccolo

Subito dopo l’accaduto, Harris portò con urgenza il suo bambino in ospedale dicendo agli infermieri che il respiro di quest’ultimo era diventato affannoso. Un medico che lo visitò immediatamente notò che Kobe aveva le pupille dilatate e dei lividi al polso, oltre alla respirazione irregolare. Nel frattempo sono sopraggiunte anche le convulsioni. Da lì è sorto un fatale deficit neurologico connesso ad emorragie, gonfiore e sanguinamento nel cervello. Tutte ferite coerenti con il fatto di essere stato scosso con forza immotivata. Prima che Kobe morisse erano sorti anche quadriplegia spastica grave, epilessia e cecità. All’inizio Harris affermò che suo figlio si era riverso improvvisamente all’indietro durante una poppata e che aveva colpito la testa sul braccio di una sedia.

LEGGI ANCHE –> Calciatore uccide figlio | “Non l’ho mai amato | aveva 5 anni | FOTO

“Sono pentito per quanto fatto”

Poi però successivamente ha ammesso di avere scosso suo figlio per due volte perché non voleva andare a dormire. E c’è dell’altro: Harris, che lavorava come dipendente di una ditta di pulizie, ha anche ammesso di aver infilato una bottiglia nella bocca del bambino. Cosa che potrebbe aver causato un infortunio alla lingua, al labbro ed alla clavicola. In aula di tribunale l’improvvido genitore si è dichiarato colpevole, con il processo che si stava svolgendo quando il bambino era ancora vivo. Il procedimento si svolse proprio un mese prima che Kobe morisse. “Sono sinceramente dispiaciuto per quanto avvenuto, non volevo ferire mio figlio”. Poi durante la condanna aveva anche detto di avere fallito come genitore.

LEGGI ANCHE –> Madre uccide figlia | soffocata con sacchetto di plastica | niente carcere