Fulvio Frisone, chi è il fisico nucleare affetto da tetraparesi spastica

Conosciamo meglio la storia di Fulvio Frisone, fisico nucleare che è nato con la tetraparesi spastica: ecco tutte le curiosità sulla sua vita privata

Fulvio Frisone

Questa sera, venerdì 29 maggio 2020, andrà nuovamente su RaiUno il film “Il figlio della Luna” ispirato alla storia di Fulvio Frisone, nato con una tetraplegia spastica distonica. Il fisico, poeta e pittore nasce il 19 gennaio del 1966 a Catania, ma durante il parto a causa di un errore il bambino nasce affetto da tetraparesi spastica con distonie. Fin da piccolo è costretto a stare seduto sulla sedia a rotelle presentando tantissime difficoltà nel mangiare e nel parlare. E non potrà più muoversi da solo. Così grazie all’aiuto del padre, che gli crea un casco con un’asta, inizierà, a poco a poco, scrivere, disegnare, di entrare in contatto con la sua famiglia fino ad usare anche il computer.

LEGGI ANCHE >>> Stasera in tv – Il figlio della luna, la trama e il cast del film

 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Fulvio Frisone, le curiosità sul fisico nucleare

Nel corso degli anni si appassiona alla poesia e alla pittura diventando anche un fisico lavorando a partire dal 1995 come ricercatore presso il dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Catania: dopo dieci anni viene istituita la Fondazione Fulvio Frisone. La sua tesi di laurea intitolata “Le reazioni di fusione D-D in palladio deuterato” viene apprezzata in tutto il mondo con l’uomo che si reca in Russia, Cina, Stati Uniti ed Emirati Arabi Uniti. Nel 1992 vince il Premio Toyp per la ricerca scientifica, mentre nel 2004 il premio Goccia di Rapolano Terme grazie ai suoi studi.

Fulvio Frisone