Serie A ripresa | giorno cruciale per sapere se e quando riparte il calcio

Discussioni Serie A ripresa, il ministro dello Sport, Spadafora, incontra le massime autorità calcistiche italiane. Si parlerà di quando e come ricominciare.

Serie A ripresa
Incontro Serie A ripresa FOTO Getty Images

Giovedì 28 maggio 2020 può essere un giorno importante in ottica Serie A ripresa. Infatti è previsto in giornata un incontro tra il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, e le massime autorità calcistiche italiane. Il summit è in agenda per le ore 18:30 odierne e si parlerà delle misure di sicurezza per poter garantire la sicurezza di giocatori ed addetti ai lavori, nel caso in cui il campionato riceverà il tanto desiderato via libera.

LEGGI ANCHE –> Tiki Taka | chiusura rischio concreto | “Colpa della crisi”

La stagione è ferma da inizio marzo e sono trascorsi ormai quasi 3 mesi da quando la pandemia si è diffusa nel nostro Paese. Sorte simile hanno conosciuto anche altre nazioni. E per quanto riguarda il calcio, alcune federazioni hanno scelto di chiudere anzitempo i rispettivi campionati procedendo con delle decisioni prese in base alla classifica maturata al momento dello stop. Gabriele Gravina, presidente della FIGC, preme per la ripresa della Serie A. “Stare fermi ci è costato 500 milioni di euro e le perdite potrebbero aumentare fino a 700”, ha affermato il numero uno del calcio italiano nelle scorse ore. Stando ai recenti bollettini inerenti il contagio, appare auspicabile una ripresa dei giochi grazie anche a precise norme da seguire. In caso di si, il pallone dovrebbe riprendere a rotolare tra il 13 ed il 20 giugno prossimi, con chiusura da rispettare poi per agosto.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Gli ultras del Toro contro la ripresa della Serie A: “Il vero virus è chi gioca”

Serie A ripresa, il piano previsto

Ci sarà da discutere di recuperi ed eventuali modifiche da apportare in corso d’opera, come ad esempio l’adozione di playoff oppure il blocco di promozioni e retrocessioni per questa stagione. Ci sono quattro partite ancora da giocare. Si tratta di

  • Atalanta-Sassuolo
  • Inter-Sampdoria
  • Verona-Cagliari
  • Torino-Parma

Partite che verrebbero giocate il 13 e 14 giugno. La settimana successiva poi toccherà a tutte le altre squadre tornare in campo. L’idea è di giocare fino a tre volte a settimana, con la ripartenza fissata dal 27° turno. In tal modo si potrebbe ultimare il campionato entro fine luglio. Inoltre anche la UEFA è tenuta a decidere il da farsi con le competizioni europee. Invece per quanto riguarda la Coppa Italia, si potrebbe giocare tra 28 luglio e 2 agosto, considerando semifinali e finale.

LEGGI ANCHE –> Serie A, ripartenza: le 5 regole da rispettare per tornare in campo

Spadafora vuole la trasmissione in chiaro di alcune partite

Riguardo agli orari del calcio di inizio si valutano le ore 17:30, 19:15 e 21:30. Inizialmente l’idea era di giocare alle 16:30, cosa che ha causato le proteste dell’AIC, Associazione Italiana Calciatori. È da valutare anche la possibilità di procedere con allenamenti collettivi e gestione di eventuali casi di quarantena qualora qualche atleta dovesse risultare positivo. Spadafora poi preme anche per la trasmissione in chiaro di alcune gare. Ma ci sono anche delle problematiche da dovere risolvere in materia di diritti tv. Sky non ha versato l’ultima rata prevista, a causa dello stop, e chiede ora uno sconto.

LEGGI ANCHE –> Azzolina scorta | minacce ed insulti per via del concorso scuola