Il Premier Conte al summit virtuale Onu: “Così usciremo dalla crisi”

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte intervenendo al summit virtuale dell’Onu ha spiegato come intende “trasformare la crisi in opportunità”. 

conte

“Il virus ha mostrato la nostra fragilità globale, ora serve rafforzare la nostra ‘resilienza’ e i nostri sistemi sanitari, ma anche proteggere e ricostruire su una nuova base il nostro tessuto sociale ed economico”: così il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte intervenendo al summit virtuale Onu sul Coronavirus. La presidenza italiana del G20. ha sottolineato il Premier, “metterà la gente, il pianeta e la prosperità al centro dell’agenda”.

Leggi anche –> Test sierologici, Conte annuncia: “150 mila gratuiti dal 25 maggio”

Leggi anche –> Centri estivi 2020, l’annuncio di Conte: ecco cosa sarà possibile 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’appello di Conte alla solidarietà internazionale

La ricetta di Conte è tutta all’insegna della positività. “Dobbiamo tramutare la crisi in un’opportunità per trasformare le nostre società – ha sostenuto l’inquilino di Palazzo Chigi -. L’Italia agirà di conseguenza, non solo perché crediamo fortemente in un multilateralismo efficace, ma anche perché sentiamo una particolare responsabilità come presidenza entrante del G20”.

Il premier ha poi ricordato che “sin dall’inizio l’Italia è stata in prima linea nella lotta contro il Coronavirus. Durante il picco della crisi abbiamo ricevuto un grande aiuto dai nostri partner internazionali, in cambio vogliamo dare un contributo chiave ai nostri sforzi collettivi come abbiamo dimostrato con il lancio e il finanziamento dell’Accesso a Covid-19 Tools Accelerator. Questa è solidarietà in azione”.

Solidarietà che secondo Conte va declinata non solo in chiave europea, ma mondiale. In particolare, l’Africa e i Paesi in via di sviluppo “hanno bisogno ora, più che mai, di uno spazio fiscale aggiuntivo. In questo spirito, l’Italia ha promosso e aderito all’iniziativa di sospensione del debito del G20. Siamo pronti a sostenere ulteriormente la sostenibilità del debito e garantire la riduzione del debito”. Secondo il capo del governo italiano, infatti, “il finanziamento dello sviluppo e l’agenda d’azione di Addis Abeba” sono “fondamentali per promuovere un futuro sostenibile. Dobbiamo rafforzare tutti i nostri strumenti di finanziamento, massimizzarne l’impatto e garantire che i nostri investimenti e le nostre politiche non lascino indietro nessuno”.

EDS

Covid 19 Italia