Bambino muore per una rara forma di epilessia causata da un raffreddore

Josiah Mika, un bambino di 9 anni, muore per una rara forma di epilessia causata molto probabilmente da un raffreddore: il dolore dei genitori.

Un bambino di Auckland è morto per una rara forma di epilessia causata probabilmente dal comune raffreddore. Era ricoverato in terapia intensiva al Starship Hospital di Auckland, dove trascorse due settimane a combattere una rara forma di epilessia che colpisce solo uno su un milione di bambini.

Leggi anche –> Modella Miss Universo trovata morta in casa: era vittima di bullismo

Josiah Mika, 9 anni, è morto circondato dagli affetti più cari, una decina tra familiari e amici. Questi si sono alternati al capezzale del bambino e hanno condiviso con lui i ricordi dei momenti passati assieme.

Leggi anche –> Roberta Bonanno, dal bullismo all’epilessia: tutta la verità

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il dolore per la morte di un bambino ucciso dall’epilessia

A Papakura, nel sud di Auckland, si è svolta un’intensa cerimonia funebre: gli amici hanno portato fiori e cibo, hanno inviato messaggi e offerto aiuto, hanno pianto, hanno riso e si sono addolorati. Quei momenti hanno portato conforto ai suoi genitori Julia e Jerome Mika, che hanno dovuto affrontare la morte del figlio, che non sembra comunque legata in alcun modo alla pandemia di Coronavirus.

Josiah Mika, 9 anni di Papakura, è morto a causa di una condizione epilettica eccezionalmente rara. Il 1 ° maggio, è stato ricoverato all’ospedale Starship e gli è stata diagnosticata la sindrome da epilessia correlata alle infezioni febbrili. Si tratta di una condizione legata a raffreddore, influenza o un’altra infezione o febbre minore, in cui i bambini precedentemente bene soffrono di convulsioni ricorrenti per 24 ore o più. La maggior parte dei bambini sono ammessi al reparto di terapia intensiva.