Milano, stretta di Sala sulla movida: stop alla vendita di bevande alle 19

Per contrastare la movida caotica vista lo scorso fine settimana il sindaco di Milano Sala ha imposto lo stop alla vendita di bevande a partire dalle 19.

Le immagini delle piazze piene di giovani intenti a consumare bevande e parlare con gli amici hanno destato non poca preoccupazione in tutta Italia. A Milano, già sabato sera il sindaco aveva aumentato i controlli delle zone calde della movida, ma questo non era bastato a scoraggiare i più ostinati. Così lunedì mattina lo stesso primo cittadino aveva annunciato che avrebbe preso delle misure più restrittive per evitare che il prossimo fine settimana si ripetano le stesse scene.

Leggi anche ->Fase 2, movida senza controllo dal nord al sud: “Pronti a chiudere tutto”

Al termine dell’incontro con il prefetto di ieri, Giuseppe Sala ha annunciato che la vendita di bevande d’asporto sarà vietata a partire dalle ore 19. La misura non riguarda i supermercati o i piccoli punti vendita, ma locali e pub che fungono da punto di richiamo per la movida milanese. Tuttavia il sindaco non ha ritenuto opportuno vietare totalmente la vendita di bevande, le quali potranno essere ancora acquistate all’interno dei locali, ma solo se c’è lo spazio interno per rispettare le misure di sicurezza.

Leggi anche ->Zaia | “Troppa movida” | il governatore pronto a richiudere il Veneto

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Sala stoppa la movida, impedendo la vendita d’asporto

Sul perché abbia deciso di mantenere aperti i locali con i medesimi orari e non abbia impedito la vendita all’interno degli stessi, Sala ha spiegato: “Ci abbiamo pensato, ma non ne vale la pena per non penalizzare i servizi commerciali e perché magari la situazione così può anche peggiorare”. Tuttavia il primo cittadino è consapevole che con una simile decisione c’è la necessità di una maggiore controllo nelle zone della movida: “Dovremo essere certi che le zone saranno presidiate“.

Con questa soluzione, tutti coloro che verranno sorpresi a consumare alcol in piedi saranno multati. Una multa che nella sostanza è la stessa prevista dal decreto nazionale per l’infrazione del divieto di assembramento. Chiaramente anche tutti i locali che non rispetteranno la limitazione verranno multati.