Al Bano è certo che Ylenia sia morta, Romina non ci sta: la reazione furente

Al Bano è certo che Ylenia sia morta, Romina non ci sta: la reazione furente della donna che continua a credere che la figlia sia ancora viva.

Ylenia Carrisi romina

Sul settimanale Nuovo in edicola in questi giorni si torna a parlare di Al Bano con nuove dichiarazioni in merito alla tremenda vicenda della figlia Ylenia, scomparsa nel nulla a New Orleans tra il 31 dicembre 1993 e il 1°gennaio 1994 e dichiarata ufficialmente morta dal tribunale di Brindisi il 1° dicembre 2014.

Leggi anche –> Ylenia Carrisi: quando ha denunciato ai poliziotti suo padre che la inseguiva

Leggi anche –> Ylenia Carrisi si è suicidata: “Era in un abisso di sofferenza”

A questa ufficialità non si è mai voluta arrendere la mamma Romina Power che continua a fare appelli e si dice convinta che la figlia sia ancora viva. Di diverso avviso invece Al Bano che non parla volentieri della vicenda, ma che ha sempre detto apertamente che per lui la figlia è morta.

Ylenia Carrisi

Le parole di Al Bano, la speranza di ritrovare Ylenia finisce qui

Le parole di Al Bano riportate dal settimanale Nuovo sono molto chiare e dolorose: “Ho nutrito per anni la speranza, ma oggi so che se ne è andata tra le acque di quel fiume”. La tesi del cantante di Cellino San Marco segue la testimonianza del guardiano dell’acquario di New Orleans che dichiarò di aver visto una ragazza camminare lungo il fiume con atteggiamento strano, fuori controllo. Quando lui le si avvicinò lei continuava a ripetere: “L’acqua è la mia vita, io appartengo all’acqua”. Secondo il testimone la giovane si buttò in acqua, nuotò per qualche istante e venne poi inghiottita dalla corrente.

Ylenia Carrisi morte

Le tesi secondo le quali è viva

Nonostante questo sono moltissime le tesi che vorrebbero Ylenia viva e vegeta. Una delle più credibili, ma mai supportata da prove reali e concrete rimane quella del detective Frank Crescentini. L’uomo, che seguì da vicino il caso di Ylenia, è convinto che la ragazza sia viva e vegeta, ma che sia stata inserita in un programma di protezione testimoni con una nuova identità.

Ylenia Carrisi