Morto Mory Kanté, leggenda della musica africana – VIDEO

Lutto nella musica africana, morto a 70 anni Mory Kanté, leggende di quel continente: con Yéké Yéké fece conoscere la musica griot al mondo.

(screenshot video)

Ancora un lutto nella musica africana: è morto a 70 anni Mory Kanté, uno dei più noti musicisti di quel continente, capace di vendere un milione di copie in tutto il mondo con il suo brano più famoso, Yéké Yéké.

Leggi anche –> Lutto nel mondo della musica, morto Alan Merrill di Coronavirus

Nato in Guinea, cantante, compositore e suonatore di kora, si è spento oggi a Conakry, capitale del suo Paese. Era il più giovane di 38 fratelli e proveniva da una delle più note famiglie di musicisti griot.

Leggi anche –> Ezio Bosso | morto il celebre pianista | aveva 48 anni

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chi era Mory Kanté, icona della musica griot nel mondo

Icona della musica griot, quasi un eroe nazionale nel suo Paese di origine, Mory Kanté era stato educato secondo la tradizione dell’etnia Mandinka. Successivamente, frequentò la scuola francese nella sua città natale, Kissidougou, dove imparò a suonare il balafon. A soli sette anni era stato iniziato alla cultura griot e a metà anni Ottanta partì per la Francia, dove la sua popolarità divenne rapidamente crescente.

Il suo immenso talento fece sì che la musica griot – unita a sonorità più moderne – ottenesse una grande visibilità internazionale proprio grazie a brani come ‘Yeké Yeké’. Con questa canzone, nel 1987, raggiunse il primo posto nella classifica dell’autorevole rivista statunitense di musica Billiboard. In prima linea sui temi civili e in molte battaglie umanitarie a favore dei Paesi più poveri, è stato tra l’altro Ambasciatore per la Fao, l’organizzazione delle Nazioni Unite che si occupa di alimentazione e agricoltura.