Gregory Porter, chi è il cantante soul: carriera e curiosità

Chi è il cantante soul Gregory Porter, carriera e curiosità sul talento di fama mondiale: dalle origini ai più grandi successi e premi.

(VALERY HACHE/AFP via Getty Images)

Classe 1971, Gregory Porter è il cantante soul americano che ha conquistato il mondo. Talento cristallino, i suoi album hanno venduto milioni di dischi e la sua voce è riconosciuta ormai a livello mondiale. Tanti anche i riconoscimenti ottenuti.

Leggi anche –> Sergio Sylvestre: che fine ha fatto il vincitore di Amici

Nato a Los Angeles e cresciuto a Bakersfield, la sua è un’infanzia difficile. Sin da bambino, coltiva il mito di Nat King Cole, artista al quale si ispira. Ha esordito nel 2010 con il disco Water, che gli valse la prima nomination ai Grammy come Best Jazz Vocal. Si tratta di un evento eccezionale per un disco d’esordio.

Leggi anche –> Lello Arena, chi è: carriera e curiosità sull’attore e regista

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Carriera e successi di Gregory Porter

(Jeff Spicer/Getty Images)

Scrive di lui il New York Times in una delle prime recensioni che apparvero sul cantante soul: “Gregory Porter ha più di quello che vuoi in un cantante jazz, e forse anche una cosa o due che non sai di volere”. Sei in tutto gli album finora incisi, dei quali cinque in studio, che hanno venduto moltissimo non solo negli Usa, ma anche in Europa. Il più noto e fortunato di questi è il terzo, Liquid Spirit. Il disco gli valse infatti il Grammy per il “miglior album jazz vocale”.

Oltre a Nat King Cole, Gregory Porter è ispirato da altri grandi della scena soul e jazz mondiale, ovvero  Joe Williams e Donny Hathaway. Altro disco fondamentale, tre anni dopo Liquid Spirit, è Take Me to the Alley, anche questo premiato col Grammy. L’album vende oltre 100mila copie nel Regno Unito, ottenendo il disco d’oro. Primo nelle classifiche jazz di Usa e Regno Unito, in quest’ultimo Paese ottiene la terza posizione in classifica e la seconda come vinile più venduto.