Home News Terremoto: scossa questa mattina in Slovenia, avvertita anche in Italia

Terremoto: scossa questa mattina in Slovenia, avvertita anche in Italia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:43
CONDIVIDI

Questa mattina si è verificata una scossa di terremoto a Knezak (Slovenia) che è stata avvertita anche nella zona di Trieste.

Questa mattina l’Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) ha registrato due scosse avvertite distintamente nel suolo italiano. La prima si è verificata alle 6:39 del mattino con epicentro a Sala Consilina (Salerno) ed è stata avvertita distintamente da tutta la provincia campana. Il sisma è stato di bassa entità (magnitudo 2.4 sulla scala Richter), ma è stato percepito poiché il suo ipocentro è stato superficiale (solo 9 chilometri di profondità).

Leggi anche ->Terremoto a Roma nella notte: un boato fortissimo

La seconda scossa si è verificata alle 9:47 del mattino con epicentro a Knezak, cittadina slovena che si trova al confine con la Croazia. Nonostante il sisma si sia verificato fuori dal nostro territorio, è stato avvertito distintamente nella zona del triestino ed in particolar modo nel centro abitato di San Dorlingo della Valle. Anche in questo caso si è trattato di una scossa di bassa entità (magnitudo 2.4) e con ipocentro superficiale (10 chilometri di profondità). Per il momento, infatti, non sono giunte segnalazioni riguardanti danni ad edifici o persone.

Leggi anche ->Terremoto Creta: scossa violenta, magnitudo 6.7 e rischio tsunami

Terremoto: le scosse nel mese di maggio

Questo inizio di maggio è stato segnato da diverse scosse di terremoto nella zona del Mediterraneo. In Italia quella più forte è stata registrata a Macerata la notte tra il 4 ed il 5 maggio scorso. Si è trattato di un sisma di magnitudo 3.6, dunque anche in quel caso non preoccupante. A circa una settimana di distanza un’altro terremoto ha scosso la Capitale: sebbene il sisma non sia stato di forte entità i cittadini si sono spaventati per il boato che lo ha anticipato. La scossa veramente forte registrata in questo periodo è stata quella verificatasi a Creta con magnitudo 6.7 e conseguente rischio tsunami, poi per fortuna scongiurato.