Genitori riabbracciano il figlio rapito dopo 32 anni, speranza per i casi Pipitone e Celentano

La storia di Mao Yin, rapito quando aveva 2 anni e riunito ai genitori dopo 32, dà speranza a tutti quei genitori che sperano di poter ritrovare i figli.

La storia di Mao Yin, bimbo cinese rapito in un hotel nel 1988 quando aveva appena 2 anni, dà speranza a tutti quei genitori che sperano di poter riabbracciare i figli scomparsi. Esattamente come i coniugi McCann, ancora alla ricerca di Maddie dopo 13 anni, questi genitori cinesi hanno letteralmente abbandonato tutto per mettersi alla ricerca del loro piccolo. La madre di Mao ha lasciato il lavoro ed ha giornalmente seguito piste per ritrovarlo.

Leggi anche ->Maddie McCann, nuova rivelazione: “E’ viva e sta in Germania”

Nel corso di tre decade l’ostinata madre ha seguito oltre 300 piste in vano, riuscendo con le sue ricerche a favorire il ricongiungimento di 29 bambini con i loro genitori. Dopo 32 anni, quando un uomo ha contattato la polizia dalla provincia di Sichuan, quella in cui era scomparso Mao, spiegando di aver adottato un bambino proprio nel 1988, la donna non ha posto troppa speranza di aver finalmente trovato il figlio scomparso.

Leggi anche ->Rapisce bimbo e va in giro per il mondo con lui: ecco cosa voleva fare

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Test del Dna dà esito positivo, Mao riabbraccia i genitori dopo 32 anni

Gli investigatori hanno immediatamente effettuato il test del dna sul ragazzo, oggi 34enne, ed il risultato è stato positivo. Quel ragazzo era proprio il figlio scomparso di quella coppia che non si era mai stancata di cercarlo. Lunedì la famiglia è stata finalmente riunita ed il ragazzo ha passato del piacevole tempo con i suoi genitori naturali. La polizia ha scoperto che i rapitori hanno rapito il piccolo e poi lo hanno venduto per 6000 yuan (circa 600 euro) ad una coppia senza figli.

Leggi anche ->Denise Pipitone, la mamma Piera: “Buon compleanno ovunque tu sia”

Questa bella storia dà speranza a tutti quei genitori che ancora oggi sperano di poter riabbracciare i figli scomparsi. Sicuramente è questo il caso di Maddie McCann, ma anche della piccola Denise Pipitone, scomparsa misteriosamente nel settembre del 2004, e di Angela Celentano, scomparsa nel 1996.

Leggi anche ->Angela Celentano, la bimba scomparsa sul Monte Faito. Il padre: “Tornerà”