Home News Coronavirus, dati choc sulla Svezia: “Tasso di mortalità più alto del mondo”

Coronavirus, dati choc sulla Svezia: “Tasso di mortalità più alto del mondo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:51
CONDIVIDI

La Svezia sta pagando caro il “no” al lockdown: ora il paese scandinavo ha il più alto tasso di mortalità al mondo a causa del Coronavirus.  

6,08 decessi per milione di abitanti al giorno, su una media mobile di 7 giorni tra il 13 maggio e il 20 maggio. Questo il dato che assegna alla Svezia il triste primato di paese con il più alto tasso di mortalità pro capite per Coronavirus nel mondo. Il Paese scandinavo che ha detto “no” al lockdown per contenere la pandemia superato la Gran Bretagna, l’Italia e il Belgio per numero di decessi in rapporto alla popolazione.

Leggi anche –> Coronavirus, nuovo studio: “A Milano contagiati prima di Codogno”

Leggi anche –> Coronavirus e test sierologici: “Non ha senso la patente di immune”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il tragico bilancio del Coronavirus in Svezia

A riferire quanto sopra è il Daily Telegraph online, che cita i dati raccolti dal sito web Our World in Data negli ultimi 7 giorni. In Svezia, dunque, il Coronavirus fa proporzionalmente più vittime che in qualsiasi altro paese del mondo – e in particolare Regno Unito, Belgio e Stati Uniti, che hanno rispettivamente 5,57, 4,28 e 4,11 decessi per milione di abitanti al giorno. Tuttavia, la Svezia detiene il record negativo solo per l’ultima settimana: considerando il periodo dall’inizio della pandemia sono ancora Belgio, Spagna, Italia, Regno Unito e Francia a registrare il più alto tasso di mortalità.

“Nelle ultime 24 ore sono stati riportati all’Oms 106.000 nuovi casi di Coronavirus, il numero più alto in un giorno da quando è iniziata la pandemia. Quasi due terzi di questi sono stati registrati in solo quattro Paesi” ha detto il direttore dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus​, nel consueto briefing sul Covid-19 ribadendo che “la strada è ancora lunga”.

Il dottor Mike Ryan nella stessa sede ha ricordato che “non è stato ancora provato che l’idrossiclorochina sia efficace contro il Coronavirus. Ci sono invece diversi studi che mettono in guardia sugli effetti collaterali”. Fermo restando – ha sottolineato l’esperto – che le autorità sanitarie di ciascun Paese sono libere di scegliere i farmaci da usare nella terapia contro questo insidioso virus.

Leggi anche –> Coronavirus, il vaccino Pomezia-Oxford testato sull’uomo: ecco i risultati 

EDS