Padre di Massimo Bossetti, chi era Giuseppe Guerinoni: la sua storia

Giuseppe Guerinoni, autista di Gorno morto nel 1999, è finito sulle prima pagine di tutti i giornali qualche anno fa per il suo coinvolgimento nel caso Yara Gambirasio.

Sposato e padre di tre figli, si è risaliti al suo profilo genetico grazie alla saliva su una marca da bollo. E la riesumazione della salma ha confermato che il killer della ragazzina, Massimo Bossetti, fosse un suo figlio illegittimo.

Leggi anche –> Massimo Bossetti, la vedova Guerinoni: “Lui una vittima, ci hanno incastrato”

L’identikit di Giuseppe Guerinoni

Il verdetto della scienza è pressoché inappellabile: Giuseppe Guerinoni è il padre naturale dell’assassino di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate di Sopra uccisa nel 2010. La salma di Guerinoni, autista di autobus, nato nel 1938 e morto all’età di 61 anni il 17 gennaio del 1999, è stata riesumata il 7 marzo 2013 per effettuare l’esame del dna.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Alcune tracce di dna sulla biancheria intima di Yara sarebbero, infatti, compatibili con il dna di Guerinoni rintracciato nella saliva che è stata usata per attaccare la marca da bollo della patente e il francobollo di una cartolina. Da qui gli inquirenti sono arrivati a incriminare un suo figlio illegittimo, Massimo Giuseppe Bossetti, riconosciuto come unico colpevole dell’assassinio di Yara e condannato all’ergastolo.

EDS