Nicola Lagioia, chi è: storia del direttore del Salone Internazionale del Libro

Nicola Lagioia è uno scrittore italiano, vincitore del premio Strega e direttore del Salone Internazionale del Libro. Scopriamo insieme la sua storia.

Nicola Lagioia nasce a Bari nel 1973. Nicola sviluppa sin dalla prima adolescenza una passione per la scrittura, ma solo dopo pochi anni decide che quella sua predisposizione diverrà un mestiere vero e proprio. Nel 2001 pubblica il suo primo libro Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj (senza risparmiare se stessi), la sua opera da esordiente lo renderà abbastanza noto, anche se il verso successo sarà raggiunto nel 2009 con Riportando tutto a casa, il suo romanzo più apprezzato e noto, vincitore del premio Strega. Nel 2010 si specializza come editor, dirigendo la Nichel e nello stesso anno Pagina3. Dato il grande prestigio, viene nominato nel 2018 direttore del Salone Internazionale del Libro.

Nicola Lagioia, la vita privata

“Hemingway diceva che bisogna sempre aver vissuto ciò che si racconta. Secondo me non bisogna necessariamente averlo vissuto, bisogna però esserselo meritato. Se scrivo di un assassino devo calarmi nei suoi panni. Non devo necessariamente aver ucciso qualcuno in vita mia, ma (questo sì) devo andare a recuperare l’assassino che c’è in me, che esiste ma per fortuna è inattivo. Se descrivo un vigliacco, devo riacciuffare qualche mio passato atto di vigliaccheria, cose che ho fatto e di cui avrei dovuto vergognarmi. E’ un lavoro abbastanza duro sul piano emotivo.

Così Nicola racconta in un’intervista la dura vita dello scrittore e la difficoltà emotiva di affrontare ogni nuova opera. Per quanto concerne la vita privata, Nicola si rivela come un personaggio profondamente riservato, che mette al primo posto il suo lavoro e le grandi gratifiche che ne sorgono. Non sappiamo se abbia una fidanzata o se sia sposato, ma sappiamo che se vi è un amore nella vita di Lagioia, è sicuramente quello per la scrittura.