Francesco Benigno, l’attore denuncia: “Niente 600 euro per me”

Bonus Inps per l’emergenza Coronavirus, l’attore Francesco Benigno denuncia quanto gli è accaduto: “Niente 600 euro per me”.

Il Sindaco, film sulle storture della politica a Palermo

L’attore Francesco Benigno, ospite della trasmissione Italia Sì, su Raiuno, denuncia quello che è accaduto a lui e a molti suoi colleghi. In un video prima si complimenta con il Nuovo IMAIE, ente per la tutela degli artisti interpreti ed esecutori.

Leggi anche –> Francesco Benigno, chi è: carriera, curiosità e vita privata

“Hanno fatto un ottimo lavoro”, sottolinea l’attore rispetto a come si è comportato l’ente sull’emergenza Coronavirus. Quindi la denuncia: “Ricordate la vicenda dei 600 euro? Bene, mi è stato comunicato che la mia domanda è stata rifiutata”.

Leggi anche –> Ninni Bruschetta, chi è il regista e attore italiano: carriera e curiosità

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La denuncia dell’attore Francesco Benigno sul bonus 600 euro

L’attore spiega di aver dovuto attendere 37 giorni per vedersi respinta la domanda: “Nel 2019 io non ho lavorato nemmeno un giorno, non versando i contributi dei 30 giorni lavorativi, io ora non ho diritto ai 600 euro. Pensate la follia: lo Stato non dà i soldi a chi non ha lavorato e ne ha bisogno, ieri sono andato a trovare un mio amico avvocato e mi ha detto che lui ha ricevuto il bonus di 600 euro. Io che ho fatturato zero euro non ho diritto a nulla”.

“Non deve essere il contrario, ovvero che lo Stato aiuta chi è realmente in difficoltà non avendo mai lavorato?”, si domanda Francesco Benigno. L’attore e regista ha altresì ricordato che negli ultimi mesi prima del lockdown Coronavirus era stato impegnato nelle riprese del suo ultimo film, quindi ora si trova doppiamente beffato, perché la pellicola – ultimata – resta di fatto senza distribuzione. “Il colore del dolore – Palermo 30 anni prima”, questo il titolo del film, è la vicenda autobiografica dell’attore.