Home News Bimbo torturato dai genitori riesce a scappare di notte, salvato dalla polizia

Bimbo torturato dai genitori riesce a scappare di notte, salvato dalla polizia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:22
CONDIVIDI

Un bimbo di 12 anni è riuscito a scappare dalla casa dei genitori e li ha denunciati alla polizia per violenze domestiche reiterate.

Quello che dovrebbe essere il periodo più spensierato della vita per un bimbo di 12 anni del Missouri è stato un vero e proprio incubo. Il padre biologico e la compagna, divenuta madre adottiva, gli rendevano la vita un inferno sottoponendolo a torture giornaliere e legandolo nel letto durante le notti. Per qualche ragione, un paio di notti fa, i carcerieri si sono dimenticati di legarlo al letto ed il piccolo ha deciso di sfruttare l’occasione per abbandonare per sempre quel luogo di tortura.

Leggi anche ->Coppia uccide ragazza alla pari, la torturavano da mesi e abusavano di lei

Dopo aver riempito una piccola borsa di vestiti, il bimbo è uscito di casa e si è messo a correre finché non è giunto in una strada inter statale. Nel tentativo di richiamare l’attenzione degli automobilisti e farsi aiutare, camminava in mezzo alla strada con il rischio che qualcuno lo investisse o che lo rapisse. Per sua fortuna è stato avvistato da una pattuglia che si trovava da quelle parti ed è stato portato in salvo.

Leggi anche ->Omicidio-suicidio, sette corpi trovati in casa: uomo stermina la famiglia

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bimbo torturato dai genitori: la polizia lo salva e lo affida ai servizi sociali

Il piccolo ha denunciato i genitori ed è stato portato prima in ospedale e successivamente affidato agli assistenti sociali. Lo sceriffo Kevin Harrison della Contea di Warren ha detto ai media che è stato un “miracolo” che il bimbo non sia stato ferito gravemente mentre vagava per la strada: “E’ stato molto fortunato, stava camminando in mezzo alla strada, voleva che qualcuno si fermasse e lo aiutasse e casualmente la prima auto che è giunta dall’autostrada era quella della polizia. I suoi occhi erano gonfi, la sua fronte era livida, questo bimbo è stato torturato e picchiato dalla mamma e dal papà, sono felice che sia riuscito a scappare”.