“Jeffrey Epstein: Filthy Rich”, quando uscirà la nuova docuserie Netflix

Jeffrey Epstein: Filthy Rich è una docuserie Netflix che cercherà di raccontare gli anni ruggenti del famigerato Jeffrey Epstein. Approfondiamola insieme.

Divisa in quattro parti e prodotta da Joe Berlinger, cioè l’ideatore della serie noir Conversations with a Killer: TheTed Bundy Tapes, Jeffrey Epstein: Filthy Rich promette di essere una delle serie più controverse dell’intera annata. L’intendo del documentario a puntate è infatti quella di raccontare la famigerata vita di Jeffrey Epstein, dagli inizi della sua carriera sino al vertice del suo dominio. Il noto criminale avrebbe per decenni costruito la sua ricchezza e potere intorno ad una crudele tratta internazionale del sesso. Diversi testimoni raccontano che in quegli anni Epstein si fosse macchiato di diversi reati molto gravi, tra cui l’abuso sessuale di donne e ragazze minorenni.

Jeffrey Epstein: Filthy Rich, quando uscirà e anticipazioni

“Rivelando le loro cicatrici emotive, alcune per la prima volta, la sorellanza dei sopravvissuti intende fermare i predatori – e il sistema giudiziario americano – dal mettere a tacere la prossima generazione.”

Con questa frase la regista della docuserie, Lisa Bryant, cercherà di portare a galla tutte azioni che hanno portato alla creazione del Jeffrey Epstein che conosciamo e che è diventato noto per lo scandalo a lui rivolto. È tutt’ora avvolta nel mistero la scomparsa del celebre criminale. Arrestato e condannato, il corpo di Epstein è stato trovato senza vita nella sua cella. Le autorità hanno subito archiviato il caso come suicidio, ma alcune voci dell’opinione pubblica pare abbiano pareri discordanti. La storia criminale di Epstein è rimasta avvolta in una coltre di mistero per molti anni e, solo in seguito alla sua cattura è stato possibile diradare la nebbia e comprendere a cosa fosse dovuta la sua grande ricchezza. La docuserie sarà disponibile su Netflix dal 27 maggio 2020.