Home News Brasile, coronavirus: si dimette ministro della Salute

Brasile, coronavirus: si dimette ministro della Salute

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:30
CONDIVIDI

Il ministro della Salute brasiliano, Nelson Teich, si è dimesso oggi per le divergenze con il Presidente Jair Bolsonaro sulla gestione dell’emergenza coronavirus. 

 il Ministro della Salute brasiliano si è dimesso
Nelson Teich

Nelson Teich aveva assunto l’incarico da meno di un mese dopo aver sostituito Luiz Henrique Mandetta. Quest’ultimo era stato rimosso dal suo incarico a causa dei disaccordi con il Presidente sull’isolamento sociale. Secondo Mandetta, infatti, era necessario applicare il lockdown per fermare i contagi da coronavirus.

Luiz Henrique Mandetta, in carica dall’inizio del Governo Bolsonaro, fu dimesso dall’incarico il 16 aprile. La difesa del paese da parte dell’ex ministro, che ha chiesto ai brasiliani di seguire le raccomandazioni dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) per fermare la diffusione della malattia nel paese, generò attrito con Bolsonaro, che è invece favorevole alla tesi che l’economia non può fermarsi e che solo una parte della popolazione dovrebbe rimanere in isolamento.

Il Ministro della Salute brasiliano si è dimesso: non è d’accordo con le idee di Bolsonaro

Teich, proprio come Mandetta, aveva consigliato l’isolamento sociale applicato nella maggior parte dei paesi del mondo. Mentre Bolsonaro, invece, sostiene che il lockdown non sia necessario, e che l’isolamento dovrebbe riguardare solo gli anziani e tutte le altre persone a rischio poiché affette da patologie.

Per questo motivo, nei giorni scorsi Teich aveva presentato alcuni disaccordi con la posizione del presidente Jair Bolsonaro sulle misure per combattere il nuovo coronavirus. Stamattina è stato convocato al Palacio del Planalto e, al suo ritorno al Ministero della Salute, ha annunciato le sue dimissioni.

Teich ha difeso pubblicamente posizioni contrarie a quelle del Presidente. Oltre ad affermare che l’isolamento sociale dovrebbe essere una misura per combattere la pandemia del nuovo coronavirus – mentre Bolsonaro sostiene che solo le persone del gruppo a rischio dovrebbero essere in isolamento – Teich ha postato questa settimana sui social che l’uso della clorochina (il farmaco utilizzato per la cura della malaria), nel trattamento contro il covid-19 dovrebbe essere fatto con restrizioni, poiché la sostanza può innescare effetti collaterali. Il presidente, invece, è uno dei principali sostenitori dell’uso di suddetto farmaco come cura per il Covid-19.

Inoltre, Bolsonaro ha firmato un decreto che include palestre, saloni di bellezza e parrucchieri tra i servizi essenziali. Suddetti settori, quindi, sono liberi di lavorare anche durante la quarantena nonostante siano tra le attività più a rischio di contagio.

Teich, inoltre, ha dichiarato di non essere stato messo al corrente della decisione presa dal Presidente. Il Ministro afferma infatti di essere stato colto di sorpresa durante una conferenza stampa in cui ha presentato i dati giornalieri della pandemia.

Coronavirus Brasile: il numero dei contagi cresce giorno dopo giorno

In Brasile i casi di coronavirus continuano a crescere in modo esponenziale e hanno superato i 200.000 contagi.
Oggi, per il secondo giorno consecutivo, i nuovi contagi sono stati quasi 14.000. I morti, invece, nelle ultime 24 ore sono stati ben 844.

 

 

Dalla nostra inviata in Brasile: Lucia Schettino