Home News Cade nella sorgente d’acqua calda del parco mentre fa una foto

Cade nella sorgente d’acqua calda del parco mentre fa una foto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:42
CONDIVIDI

Cade nella sorgente d’acqua calda del parco mentre fa una foto. Vittima dell’incidente è stata una donna, che si trovava in quel luogo, sebbene fosse stato chiuso al pubblico a causa dell’emergenza dovuta al Coronavirus.
Cade nella sorgente

Si trovava a fare una fotografia all’interno del Parco Nazionale di Yellowstone, negli Stati Uniti, chiuso al pubblico a causa della recente pandemia. La donna però è caduta all’interno di una sorgente di acqua bollente.

Leggi anche –> Città di Castello, donna cade nel fiume Tevere: dispersa

Leggi anche –> Morte tragica per un bambino di 6 anni: cade nel forno di terracotta davanti alla famiglia

Cade nella sorgente d’acqua calda del parco, stava provando a scattare una fotografia

Si era intrufolata nel Parco Nazionale di Yellowstone, negli Stati Uniti, anche se questo era stato chiuso al pubblico a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al dilagare del Coronavirus. E’ stato così che la donna, che si trovava in quel momento a scattare una fotografia, è incorsa nel drammatico incidente.

Se vuoi conoscere tutte le notizie in tempo reale CLICCA QUI

La turista protagonista di questa vicenda si è ritrovata così a cadere in una sorgente d’acqua calda vicino al geyser Old Faithful. A causa della caduta, la temeraria fotografa ha riportato ustioni sul corpo. Prima di essere fermata dai ranger del parco, la donna ha guidato per circa 50 miglia. La vittima dell’incidente è stata poi trasportata in eliambulanza in ospedale, precisamente al Burn Center del Eastern Idaho Regional Medical Center.

L’incidente descritto non è purtroppo una novità per il Parco Nazionale di Yellowstone. Già nel 2016 infatti un turista era caduto all’interno di una sorgente bollente mentre tentava di misurare la temperatura dell’acqua. Colin Nathaniel Scott, questo il nome del turista, si era in quell’occasione allontanato assieme alla sorella dalla passerella guidata. Stava in questo modo tentando di misurare la temperatura dell’acqua del geyser quando vi era caduto dentro. Purtroppo in quel caso furono vani i soccorsi e il turista perse la vita. Un temporale inoltre impedì di recuperare il suo corpo subito. Il giorno successivo non esistevano più neanche i suoi resti. La temperatura dell’acqua era infatti a 200 gradi.

Dal 1890 nel Parco di Yellowstone ci sono state 22 morti, dovute alla temperatura delle acque delle sorgenti. Chiuso dal 24 marzo scorso, a causa dell’emergenza epidemiologica, il Parco dovrebbe aprire parzialmente di nuovo la prossima settimana.
Cade nella sorgente