Home News Multe Coronavirus | sanzionato per avere portato la spesa a bisognosi |...

Multe Coronavirus | sanzionato per avere portato la spesa a bisognosi | FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:24
CONDIVIDI

Altro controverso episodio nell’ambito della situazione multe Coronavirus. Un uomo fa la spesa per una famiglia povera, la polizia locale lo sanziona.

multe coronavirus
Situazione controversa multe Coronavirus FOTO Getty Images

La questione legata al mancato rispetto delle norme anti contagio prescritte dal Governo a partire da inizio marzo ha dato luogo purtroppo a non poche situazioni capaci di travalicare il grottesco.

LEGGI ANCHE –> Pregliasco | “Possibile una convivenza di almeno 2 anni col virus”

Le multe da Coronavirus hanno fatto da naturale conseguenza a trasgressioni a volte anche assurde, tra festini privati, grigliate alla faccia del pericolo in corso e la volontà di volere andare per forza di cose in spiaggia. C’è chi ad esempio si è messo in viaggio da Milano fino alla riviera ligure, riuscendo a raggiungere la propria meta in maniera indisturbata. O chi, per incontrare la propria amata, l’ha nascosta all’interno del bagagliaio dell’auto. Ed ancora, come non citare l’odioso comportamento di un uomo che si è spacciato per infermiere reduce da un turno di lavoro di ore ed ore. Scoperto per fortuna poi subito dopo essersi vantato sui social della sua ‘impresa’.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Riapertura parrucchieri | in Lombardia il 18 maggio molto difficile

Multe Coronavirus, cosa è successo a Michele

Ma a volte le multe da Coronavirus hanno riguardato anche situazioni capaci di far gridare all’ingiustizia. Ed è questo il caso di un uomo che aveva fatto la spesa per una famiglia bisognosa, premurandosi anche di consegnarla a quest’ultima direttamente a casa. Ma il benefattore, un cittadino di Olbia, in Sardegna, ha ricevuto in cambio una sanzione di 400 euro da parte della polizia locale. E per infrazione delle normative della presidenza del Consiglio attualmente vigenti. Ne parla il diretto interessato, il signor Michele, che si è detto sorpreso ed amareggiato. A ‘Pomeriggio 5’, lui stesso spiega anche le proprie perplessità in merito al verbale stilato.

LEGGI ANCHE –> Fase 2 Coronavirus: ecco quando sarà possibile incontrare gli amici

Per gli agenti quella uscita non era consentita

“Hanno scritto che ero in libera uscita senza alcuna valida giustificazione”. Lui non aveva comunque l’autocertificazione e non ha voluto compilarla al cospetto degli agenti in quanto riteneva che non cene fosse bisogno. “Il sindaco di Olbia, lo scorso 4 maggio, affermò in diretta su Facebook che erano consentiti i liberi spostamenti in città. Perché allora farmi questa multa?”. E molti si chiedono anche se, visto il suo nobile intento, fosse davvero il caso di procedere con una sanzione.

LEGGI ANCHE –> Medici si ammalano di Coronavirus | il colore della loro pelle cambia