Beppe Bergomi positivo al Coronavirus: “Male per 20 giorni”

L’ex capitano dell’Inter e campione del mondo con l’Italia 1982, Beppe Bergomi, è stato positivo al Coronavirus: “Male per 20 giorni”.

(screenshot video)

In una diretta Instagram con Ciccio Valenti, l’ex capitano dell’Inter e campione del mondo con l’Italia 1982, Beppe Bergomi ha rivelato di avere contratto il Coronavirus a marzo. Quindi ha spiegato di averlo scoperto solo qualche giorno fa.

Leggi anche –> Beppe Bergomi, fuorionda imbarazzante su Sky: “Che p…e!” – VIDEO

Ha affermato il commentatore tecnico di Sky: “Ho fatto un test sierologico che ha detto che sono positivo all’Icg e negativo all’Igm. A inizio marzo sono stato male, ho avuto problemi all’olfatto e alla schiena, non ho avuto problemi ai polmoni”.

Leggi anche –> Gabriele Gori, chi è il calciatore fidanzato con la figlia di Bergomi

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

“Adesso la fortuna vuole che ho gli anticorpi, ma mi hanno spiegato che non proteggono al 100% perché il virus muta. Ma se dovessi prenderlo, lo prenderei in forma leggera”, ha aggiunto l’ex calciatore, che svela di aver pensato di avere una forte influenza. Ha raccontato ancora: “Non ho avuto paura, ma avevo sempre freddo, mi sono fatto portare due stufette. Pensavo fosse un’influenza, invece poi sono risultato positivo”.

Anche lui, come molti altri casi che vengono registrati, tardava a guarire: “Sono stato in ballo un bel po’ di tempo, i miei amici mi prendevano in giro e mi dicevano che ci stavo pensando troppo, ma io non stavo bene, avevo sempre dolori, ero sempre fiacco. Non riuscivo a sedermi per il dolore alla schiena, stavo sempre in piedi. Poi dicevano che era meglio non prendere anti-infiammatori. Dopo un po’ di giorni il dolore è andato via, ma sono stato male 20-25 giorni. Ora sto alla grande, oggi ho ripreso a correre. Ho fatto solamente il test sierologico, ho cercato di fare il tampone, ma mi hanno detto che dopo un mese dovrei essere a posto”.