Home News Veronica Panarello, chi è la mamma del piccolo Loris: età e vita...

Veronica Panarello, chi è la mamma del piccolo Loris: età e vita privata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:20
CONDIVIDI

Conosciamo meglio la storia e la vita privata di Veronica Panarello, la mamma del piccolo Lorys: ecco tutte le curiosità sulla sua vita privata

Veronica Panarello nasce il primo  1 novembre del 1988 a Caltagirone, in provincia di Catania. Vive la sua infanzia in provincia di Savona, ma all’età di 12 anni torna in Sicilia. Durante la sua adolescenza vive momenti terribile dopo che la madre le confessa di averla concepita in una relazione occasionale. Così va alla ricerca del suo vero padre tentando anche più volte di togliersi la vita. Si sposa con Davide Stival e la coppia ha due figli: il povero Loris, che nasce nel 2006 e Diego, nato invece nel 2008. Per l’omicidio del primogenito la donna è stata così l’unica condannata.

LEGGI ANCHE >>> Stasera in tv – Delitti – Il Piccolo Lorys, le anticipazioni dell’11 maggio

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Veronica Panarello, chi è la mamma del piccolo Lorys: le curiosità

Veronica è stata così l’unica imputata per l’omicidio. Prima si professa innocente, poi inizia a cambiare le versioni.  Nel novembre 2015 disse che mentre era intenta a fare faccende domestiche, il figlio giocava con delle fascette bianche. Loris, poi, improvvisamente si sarebbe strangolato da solo e così lei, in preda al panico, lo avrebbe gettato nel canale. Poi nel 2016 la stessa donna cambia versione dicendo che Loris sarebbe stato ucciso dal nonno paterno, Andrea Stival, con cui lei ebbe una relazione.

Così nel 2016 la Procura di Ragusa ha emesso la condanna in primo grado di Veronica Panarello a 30 anni di carcere con l’accusa di omicidio premeditato aggravato ed occultamento del cadavere. Poi nel luglio del 2018, c’è stata la conferma della Corte D’Assise d’Appello di Catania per la condanna in primo grado. E, infine, il 22 novembre del 2019 è diventata definitiva con la Cassazione che ha giudicato il ricorso “inammissibile”.

 

Veronica Panarello