Luca Trapanese, chi è l’autore di “Nata per te”: età, foto, carriera

Luca Trapanese è l’autore del libro “Nata per te”, è un padre single che ha deciso di adottare una bambina affetta da sindrome di Down. 

Luca Trapanese nasce a Napoli il 14 gennaio 1977. Da quando ha 14 anni si dedica al volontariato, viaggiando verso i paesi in via di sviluppo come l’India e l’Africa. Ha coordinato progetti importanti collaborando con le suore di Madre Teresa. Da fervente cristiano, da quando è giovane si reca a Lourdes, prestando servizi si accompagno per ammalati e disabili.

Leggi anche -> Vite al limite, chi è Sean Milliken: la tragica morte a soli 29 anni

Trapanese ha da sempre legami speciali con i ragazzi disabili conosciuti a Lourdes e si è formato nella parrocchia della SS. Trinità guidata da Don Gennaro Matino. Lì scopre la sua vocazione per aiutare gli altri: “Ho sempre avuto una forte voglia di aiutare il prossimo. Quando ho scoperto la disabilità e sono diventato amico di tanti disabili, mi sono dedicato al loro mondo“. Ha fondato la onlus “A ruota libera” con il socio Eduardo Savarese, che diventa in breve un punto di riferimento per le famiglie napoletane con persone disabili a carico, ma anche per le comunità di ragazzi organi e disabili, una scuola di recupero per ragazzi disagiati e una casa-famiglia per bambini con gravi patologie, unica nel suo genere. Coordina da dieci anni i progetti della Fondazione del Cardinale di Napoli e collabora attivamente con enti benefici di rilievo come il Pio Monte della Misericordia.

Leggi anche -> Alessio Gaudino, chi è il ballerino: carriera, vita privata e curiosità

L’adozione della figlia Alba, affetta da sindrome di Down

Nel 2017 si è iscritto al registro degli affidi dei single al Tribunale di Napoli ed ha trovato Alba, lasciata da sua madre e rifiutata da trenta famiglie incluse nei registri. “Io ho scelto Alba. Io volevo una figlia disabile. Perché per me la disabilità è diversità, quindi è ricchezza. Non è qualcosa di cui vergognarsi. Nel momento in cui diedi disponibilità, la giudice mi disse che c’era precedenza per le coppie, lo disse dispiaciuta. Alba era perfetta per l’adozione perché era caduta la podestà dei genitori, perché lasciata in ospedale. Era perfetta per l’adozione. Mi sono messo in panchina, quindi, ad aspettare. Dopo un po’ mi chiamano: ‘Venga a prendere il decreto perché le daremo Alba‘”, racconta Luca Trapanese. A lei dedica il libro scritto a quattro mani con Luca Mercadante edito da Einaudi: “Nata per te. Storia di Alba raccontata fra noi“.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!