Home News Milano | regole calpestate | assembramenti e niente mascherina | FOTO

Milano | regole calpestate | assembramenti e niente mascherina | FOTO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:55
CONDIVIDI

Comportamento estremamente irresponsabile da parte di tantissime persone nella giornata del 7 maggio 2020 a Milano: assembramenti e niente mascherine in strada.

milano assembramenti
A Milano assembramenti e gente senza mascherina sulla Darsena Foto dal web

È da non credere la violazione di tutte le regole preesistenti in materia di sicurezza anti Coronavirus che è avvenuta a Milano. Assembramenti, gente senza mascherina e chissà se munita di autocertificazione.

LEGGI ANCHE –> Riapertura scuola: ingressi scaglionati, mascherine e percorsi nei corridoi

Questo si è visto ieri nel capoluogo lombardo, nella giornata di giovedì 7 maggio 2020. Il tutto mentre la Lombardia continua a far registrare la maggior parte dei contagi, continuando così un trend che dura da praticamente tre mesi. Nella classica ora dell’aperitivo la zona dei Navigli è stata letteralmente invasa di gente, come se fosse un giorno di felicità e di spensieratezza qualunque. Come se non ci fosse in corso nessuna emergenza sanitaria e come se non ci fossero 30mila morti a causa del virus nella sola Italia. I residenti in zona hanno denunciato gli assembramenti nel cuore di Milano, scattando foto e realizzando video finiti poi sui social.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Ragazza si toglie la vita: “Il pensiero della quarantena era insopportabile”

Milano assembramenti, tanta irresponsabilità porterà certamente ad un nuovo blocco totale

Ed a questo punto si spera che l’amministrazione cittadina e quella regionale intervengano con la massima severità imponendo il rispetto delle regole che il resto d’Italia ha diligentemente osservato. Nonostante anche da altre parti, da nord a sud, non siano mancati altri assurdi casi di menefreghismo per la salute di sé stessi e degli altri. Sempre i residenti dei Navigli affermano di avere sollecitato più volte l’intervento delle forze dell’ordine. “Ma nessuno è intervenuto”. La paura è che tra qualche settimana questo comportamento, magari reiterato, possa portare a gravissime conseguenze. Che richiederebbero un ritorno immediato ad un rigido, nuovo lockdown. Ieri c’erano soprattutto giovani, in particolare coppie, con i piedi a mollo nella Darsena complice la giornata dal sapore estivo. E non l’ombra di un vigile o di un esponente delle autorità.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, studio dell’ospedale di Bergamo: ecco la causa dei decessi