Caterina Balivo piange in diretta: “E’ morto da solo…”

Caterina Balivo in lacrime durante un’intervista nel salotto di Vieni da me, il programma pomeridiano che conduce su Rai 1: ecco cos’è successo. 

Pomeriggio di forti emozioni a Vieni da me, il seguitissimo programma pomeridiano di Rai 1 condotto da Caterina Balivo. Quest’ultima si è commossa fino alla lacrime nel corso dell’ultima diretta, intervistando il fotoreporter di guerra Gabriele Micalizzi (ospite in collegamento) che lo scorso anno è rimasto gravemente ferito in Siria e in queste ultime settimane ha realizzato per il quotidiano francese Le Monde un reportage sulle zone rosse in Italia a causa dell’emergenza Coronavirus.

Leggi anche –> Caterina Balivo, panico a Vieni da me: urla in diretta, ecco cos’è successo

Leggi anche –> Vieni Da Me: Caterina Balivo si commuove in diretta – VIDEO 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

caterina balivo gaffe vieni da me

Le parole che hanno fatto commuovere Caterina Balivo

Nel salotto di Vieni da me Gabriele Micalizzi ha presentato il suo libro, In guerra, raccontando dei giorni trascorsi tra ospedali, obitori e forni crematori nel nord Italia e dei carri armati che hanno portato le salme via da Bergamo, ma anche di tutta l’umanità scoperta in quei luoghi. “Un momento che mi ha colpito molto – ha confessato – è stato un signore che chiedeva al medico di avere almeno il suo pigiama, ma anche quello gli è stato negato, perché ovviamente la figlia non poteva entrare”.

“Nelle guerre – ha aggiunto Micalizzi – le vittime muoiono stringendo la mano di qualcuno, che sia il commilitone o il medico. Nel caso del Covid, chi non ce l’ha fatta è morto da solo…”. E’ a quel punto che gli occhi di Caterina Balivo si sono riempiti di lacrime. Con voce rotta dal pianto, la conduttrice ha ringraziato il suo ospite e salutato i telespettatori ricordando che “stasera ci sarà un’edizione molto particolare dei David di Donatello a causa dell’emergenza sanitaria. Perché la vita deve andare avanti”. Nonostante tutto.

EDS