Flavio Cattaneo, chi è l’imprenditore marito di Sabrina Ferilli

Flavio Cattaneo è un ricco e affermato manager italiano, con all’attivo una lunga e brillante carriera. Ecco tutto quel che c’è da sapere sul suo conto. 

Manager d’azienda, dirigente pubblico e imprenditore tra i più noti e affermati in Italia (e non solo), Flavio Cattaneo è l’attuale vice presidente di Italo – Nuovo Trasporto Viaggiatori, dopo aver ricoperto molti altri incarichi importanti nella sua lunga e brillante carriera. Conosciamolo più da vicino.

Leggi anche –> Sabrina Ferilli, chi è: età, vita privata, foto e carriera dell’attrice romana 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Flavio Cattaneo

Flavio Cattaneo è nato a Rho il 27 giugno 1963. Si è laureato in Architettura al Politecnico di Milano per poi specializzarsi con un corso su finanza e direzione aziendale nel settore immobiliare presso la SDA Bocconi School of Management. E’ diventato imprenditore nel 1989, costituendo un’impresa edile. Nel 1999 ha assunto la carica di Commissario dell’Ente Fiera Milano, che ha trasformato in Spa diventandone Presidente e Amministratore Delegato fino al 2003, e lanciandone la quotazione nel 2002 presso il segmento Star di Borsa Italiana. Tra il 1998 e il 2001 ha ricoperto la carica di Vicepresidente di AEM (attuale A2A).

Nel 2003 Flavio Cattaneo è stato nominato Direttore Generale della Rai, di cui ha curato la fusione con la Holding rimettendone in ordine i conti. L’anno successivo la società, sotto la sua guida, ha raggiunto il più alto utile netto della sua storia. Dal 1º novembre 2005 al 27 maggio 2014 (per tre mandati consecutivi, il massimo consentito) il manager ha ricoperto la carica di Ad di Terna S.p.A., azienda proprietaria della rete di trasmissione elettrica italiana, riuscendo a colmare il gap infrastrutturale della rete elettrica e a sviluppare la ricerca: sotto la sua gestione il valore di Borsa del titolo Terna è più che raddoppiato, garantendo un ritorno totale per gli azionisti superiore al 300%. Sulla scorta di questi risultati, nel 2010 Cattaneo è stato designato miglior manager italiano e quinto in assoluto nel campo dell’energia, tra oltre 40 top manager europei.

Da aprile 2014 Cattaneo è consigliere indipendente di Telecom Italia, e nel dicembre dello stato anno è entrato nel consiglio d’amministrazione di Nuovo Trasporto Viaggiatori come consigliere indipendente, per poi esserne eletto Ad nel febbraio 2015. Sotto la sua guida la società ha raggiunto il primo bilancio a margine positivo. E’ rimasto in carica fino al 12 aprile 2016, giorno in cui ha rimesso le sue deleghe. Sempre a fine 2014 è entrato nel Cda di Generali Assicurazioni. E’ stato anche consigliere di Cementir Holding (fino ad aprile 2015) e Presidente della Domus Italia (società immobiliare della galassia di Francesco Gaetano Caltagirone).

Il 30 marzo 2016 Cattaneo è stato nominato Ad di Telecom al posto di Marco Patuano, ma il 21 luglio dell’anno successivo ha annunciato le proprie dimissioni dopo aver completato una fase di turnaround aziendale con un incremento di clienti e ricavi, ottenendo un compenso da 25 milioni di euro (non senza polemiche). Poco dopo è tornato alla poltrona di Ad di Italo – Nuovo Trasporto Viaggiatori, azienda privata di treni di Alta Velocità in Europa di cui è anche azionista con il 6% del capitale sociale. Nell’aprile 2018 ha portato a termine la cessione di Italo a Global Infrastructure Partner (GIP), per un enterprise value di circa 2,4 miliardi di euro. Nel dicembre 2018 è stato nominato Vice Presidente esecutivo di Italo – Nuovo Trasporto Viaggiatori.

Per quanto riguarda la vita privata, Flavio Cattaneo ha avuto due figli dalla prima moglie Cristina Goi. Dal 29 gennaio 2011 è sposato con l’attrice Sabrina Ferilli, con la quale vive tuttora a Roma Per il resto, è stato nominato Cavaliere del lavoro nel 2011, “uomo dell’anno” secondo la classifica della Staffetta quotidiana sempre nel 2011, “manager dell’anno” in un sondaggio condotto da Milano-Finanza nel 2016, oltre ad aver ricevuto il Premio EEI International utility award come miglior utility d’Europa per rendimento del titolo 2010-2012, il Premio EEI International utility award come miglior utility d’Europa per rendimento del titolo 2006-2009 e il Premio Lombard Elite per aver migliorato la competitività del Paese.

EDS