Festino in hotel a Brescia | multe e denunce per medici albanesi

In diversi tra medici ed infermieri giunti dall’Albania per dare una mano all’Italia nelle zone rosse danno vita ad un festino in hotel a Brescia. E sono guai.

Festino hotel Brescia
Multe e denunce tra medici ed infermieri per un festino in hotel a Brescia FOTO Getty Images

Erano arrivati in Italia dall’Albania per dare una mano in piena zona rossa. Ma ora un gruppo di medici e di infermieri balcanici tornerà a casa con multe e denunce.

LEGGI ANCHE –> Fase 2 Coronavirus | bonus dal Ministero dei Trasporti per mobilità alternativa

Il drappello di professionisti del settore sanitario aveva raggiunto la Lombardia verso fine marzo per prestare ausilio e dare un aiuto ai loro colleghi italiani, stremati nel corpo e nello spirito per via degli innumerevoli turni massacranti compiuti negli ospedali. Un’opera senza sosta svolta nel tentativo di salvare quante più vite possibili dall’epidemia che è ancora in atto. Per dieci tra medici ed infermieri albanesi però, come detto, sono fioccati i provvedimenti per comportamenti intemperanti. Non solo per avere trasgredito le norme sanitarie intraprese dal Governo e che impongono il distanziamento sociale ed altre soluzioni per arginare il più possibile la circolazione del virus. Ma anche per resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, arriva la conferma: tutti sviluppiamo anticorpi – VIDEO

Festino hotel Brescia, multa e denunce per i professionisti dall’Albania

Infatti i professionisti giunti dall’Albania hanno dato vita ad un festino in un hotel di Brescia, nella serata di mercoledì 29 aprile 2020. Tutto ha avuto luogo all’interno di una singola camera dell’alberto, con tanto di musica ad alto volume e birra. Situazione che ha generato preoccupazione nell’intera struttura. Alla fine il titolare dell’hotel ha avvertito la polizia, dopo che si era venuto a creare uno di questi assembramenti che le regole emanate dal Governo mirano invece a scoraggiare. alla fine due componenti del gruppo hanno anche reagito alle autorità italiane, beccandosi una denuncia per resistenza e per oltraggio a pubblico ufficiale. Inoltre tutti i componenti sono stati anche sanzionati con le relative multe previsto, che vanno dai 300 euro a salire, e con denunce per via delle violazioni commesse.

LEGGI ANCHE -> Serie A, campionato finito? “Faremo quello che dice il Governo”