Inchiesta mascherine Coronavirus, Irene Pivetti: “Problemi di burocrazia…”

Nuovi sviluppi sul caso della frode sulle mascherine Only Logistics: dopo il blitz della Finanza nella sede della Protezione Civile, Irene Pivetti risulta indagata anche a Savona.

La Guardia di Finanza ha eseguito una serie di acquisizioni documentali presso la sede del Dipartimento della Protezione Civile nell’ambito dell’inchiesta sulla Only Logistics di Irene Pivetti. A renderlo noto è lo stesso Dipartimento, sottolineando che è stata “messa a disposizione della Gdf tutta la documentazione in nostro possesso relativa ai contratti di fornitura stipulata con la società”. Nel dichiararsi “estraneo all’indagine” e “nella consueta ottica di massima collaborazione”, lo stesso Dipartimento aggiunge di restare “a disposizione degli inquirenti per ogni ulteriore elemento ritenuto utile”.

Leggi anche –> Inchiesta mascherine Coronavirus: Finanza in sede Protezione Civile

Leggi anche –> Pivetti indagata dalla Procura di Siracusa per le mascherine importate -VIDEO 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

covid 19 italia mascherine

Le accuse nei confronti della società che fa capo a Irene Pivetti

Dopo la Procura di Siracusa, intanto, anche quella di Savona ha iscritto Irene Pivetti nel registro degli indagati per il caso della vendita di mascherine non a norma, come confermato dal sostituto procuratore Giovanni Battista Ferro. Alcuni giorni fa è stato disposto il blocco dei conti della Only Italia Logistics sulla scia delle accuse di frode in commercio, falso documentale e violazioni ai dazi doganali. L’indagine savonese aveva preso il via con il sequestro da parte della Finanza di una fornitura di mascherine destinata a una farmacia della città ligure: andando a ritroso nella filiera di distribuzione, gli inquirenti sono risaliti alla Only Italia Logistic srl, di cui l’ex presidente della Camera dei Deputati è amministratrice delegata.

L’indagine, coordinata dal procuratore Ubaldo Pelosi e dal sostituto Giovanni Battista Ferro, ha già portato al sequestro di decine di migliaia di mascherine in arrivo dalla Cina – 160.000 secondo le cifre fornite dalla stessa Pivetti – da parte della Guardia di Finanza al terminal 2 dell’aeroporto di Malpensa. “Non si può mettere in mezzo un’istituzione così importante per l’Italia per una vicenda che presto sarà chiarita grazie all’intervento della magistratura” ha chiosato Pivetti a tale proposito. Quanto al blocco dei conti della Only Italia Logistics, “ancora non mi è stato notificato niente”. Ma poi aggiunge: “Ben vengano le indagini” delle Procure se “serviranno a stabilire la verità, mettendo fine alla cagnara sollevata, a un ‘can can’ che imploderà su se stesso”. Infine ribadisce di “essere una persona seria, alla guida di un’azienda seria”, con milioni di mascherine ferme in Cina che saranno vendute “in altri Paesi, visto le richieste che ho e che in Italia non le fanno arrivare”, e punta il dito su “problemi di burocrazia mal raccontata” che “fanno del male all’Italia”.

EDS

Coronavirus mascherine