Tivoli, massacra di botte la compagna davanti ai figli, arrestato 43enne

Un uomo di 43 anni è stato arrestato a Tivoli dopo che la compagna lo ha denunciato per violenze e abusi domestiche reiterate.

L’ennesimo episodio di violenza sulle donne di questo periodo di quarantena è emerso nei giorni scorsi dalla cronaca locale di Tivoli, comune laziale facente parte della città metropolitana di Roma. Gli episodi di violenza di genere si verificavano nell’appartamento abitato da una famiglia di origini rumene, vittima ovviamente la compagna dell’uomo che per anni ha deciso di sopportare in silenzio.

Leggi anche ->Femminicidio | 22enne accoltella la fidanzata di 27 anni | lei è gravissima

Complice la crisi sanitaria che stiamo vivendo, l’uomo era costretto a rimanere in casa e questo ha acuito il suo nervosismo. A quanto pare la donna aveva sopportato per anni le violenze e gli abusi verbali e fisici del compagno, ma venerdì scorso ha deciso di porre fine a quel supplizio. Secondo quanto emerso dalla cronaca locale, il 43enne, in preda ad una crisi di rabbia ha colpito con calci e pugni allo stomaco la moglie. La terrificante scena si è verificata davanti ai 3 figli della coppia.

Leggi anche ->In ospedale per Coronavirus ma era femminicidio | muore mamma 25enne

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Picchia la compagna davanti ai figli: arrestato 43enne rumeno

Stanca di subire in silenzio e preoccupata per l’intensificarsi degli episodi di violenza, la donna ha deciso di chiamare il numero unico per le emergenze e denunciare il marito. Poco dopo nella loro abitazione è giunta una pattuglia dei Carabinieri che ha immobilizzato ed arrestato l’uomo mentre continuava ad inveire contro la compagna. Data la situazione la donna è stata portata in ospedale in codice rosso per verificare che le percosse non avessero causato lesioni interne gravi. Il compagno invece, dopo la convalida dell’arresto, è stato portato nel carcere di Rebibbia.