Monica Lima, chi è la comica del duo Arteteca: carriera e curiosità

Chi è la comica Monica Lima del duo Arteteca: carriera e curiosità, dagli esordi fino all’incontro con Enzo Iuppariello, marito e partner artistico.

(screenshto video)

Componente femminile del duo comico degli Arteteca, Monica Lima è più giovane di sette anni del marito e partner artistico, Enzo Iuppariello. La coppia si è conosciuta nel 2001, quando entrambi erano giovanissimi, a un corso di recitazione.

Leggi anche –> Enzo Iuppariello, chi è il comico del duo Arteteca: carriera e curiosità

Insieme ad altri amici attori, formano una compagnia teatrale, i “Lazzari felici”. Successivamente, avviano il proprio percorso autonomo con il duo comico Arteteca. Scoperti da Nando Mormone, oggi agente degli Arteteca nonché ideatore della trasmissione “Made in Sud”, arrivano sul piccolo schermo.

Leggi anche –> Lello Arena, chi è: carriera e curiosità sull’attore e regista

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Dall’incontro con Enzo Iuppariello agli Arteteca: chi è Monica Lima

Nata a Napoli il 30 agosto 1985, la carriera di Monica Lima è dunque legata a doppio filo, sia lavorativo che anche sentimentale, a quella del marito e partner artistico. I due oltre che in televisione hanno lavorato anche al cinema, prima nel film di Sergio Colabona dal titolo Vita Cuore Battito, poi nel cinepanettone Natale a Londra – Dio salvi la Regina di Volfango De Biasi, entrambi del 2016, infine in Finalmente sposi, regia di Lello Arena, pietra miliare della comicità napoletana.

La coppia è sposata e nel 2018 è nata Sara, la loro primogenita. Durante l’emergenza Coronavirus, Monica Lima ha lanciato un messaggio ironico alle donne: “Questo periodo di quarantena deve finire presto, ci dobbiamo impegnare per farlo finire presto. Noi donne stiamo vivendo delle conseguenze esagerate come: la ricrescita di peli e capelli bianchi, lavoriamo senza sosta in casa, ma sopratutto stiamo ingrassando!”. Il suo simpatico appello a restare a casa, pubblicato su Facebook, è così diventato virale.

Gestione cookie