App Immuni | Arcuri | “La introdurremo a maggio e funzionerà così”

La app immuni sarà disponibile da maggio e risulterà di semplice funzionamento. Il commissario per l’emergenza Arcuri, garantisce anche sulla privacy.

app immuni arcuri
Il commissario Domenico Arcuri parla della app immuni Foto dal web

Ha fatto molto discutere nei giorni scorsi la cosiddetta ‘app immuni‘. Una applicazione da installare sul proprio smartphone per fornire un monitoraggio in tempo reale dei propri spostamenti, e che può essere utilizzata anche per ricostruire eventuali contatti con soggetti positivi.

LEGGI ANCHE –> “Medici ed infermieri positivi e costretti a lavorare così” | la denuncia

Nelle intenzioni delle autorità preposte, la app immuni dovrà essere di grande aiuto per fare prevenzione e controllo sulla epidemia in corso in Italia. Di questo ha parlato il commissario straordinario per l’emergenza Domenico Arcuri, nel corso di una conferenza stampa incentrata sui passi da fare nella Fase 2 di prossima introduzione. “Dal 4 maggio inizierà una serie di alleggerimenti di quelle che sono le misure di contenimento che diligentemente tutti gli italiani hanno rispettato nel corso degli ultimi due mesi. Invito però ancora una volta le persone a mantenere un comportamento responsabile ed all’insegna della cautela. Per il bene loro e dei rispettivi cari”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Ospedale di Crema | “Pronti ad una nuova ondata nella Fase 2”

App immuni, Arcuri: “Sarà utilissima per controllare il rischio contagio”

“Aspettare che il rischio sia pari a zero prima di potere uscire è impensabile, vero. Ma lo è altrettanto uscire adesso, alla leggera, con il virus ancora in circolazione. Oltre alla app immuni, Arcuri ha reso noto anche a che punto è la situazione relativa alla distribuzione delle mascherine. “Dal 4 maggio in poi saremo in grado di distribuirne circa 12 milioni al giorno, tre volte in più rispetto alla cifra attuale. A giugno saliremo a 18 milioni, poi a 25 a luglio ed a 30 mln a settembre, quando abbiamo anche in programma di riaprire le scuole”. Arcuri si toglie anche qualche sassolino dalla scarpa, parlando di “liberisti che sparano ogni giorno sentenze davanti ai loro cocktail in divano. Vorrei parlare loro dei miei ultimi 40 giorni, vissuti perennemente in trincea assieme ai miei collaboratori. Invece me ne starò in silenzio a lavorare”. Il prezzo massimo fissato dallo Stato – continua il commissario straordinario – è giunto per tutelare gli interessi dei cittadini e per incentivare anche la produzione nostrana.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus soldi | si trasmette tramite le banconote? La risposta

“Dati criptati, la privacy è garantita”

E lo stesso prezzo massimo, secondo il suo parere, non è un ostacolo all’impresa. Tale provvedimento resterà in atto fino alla fine dell’emergenza, anche per scoraggiare gli speculatori. Tornando poi sulla app, Arcuri precisa che funzionerà tramite connettività bluetooth e si collegherà al diario clinico predisposto dal Servizio Sanitario Nazionale. Non c’è una data certa ma Arcuri fa capire che manca poco prima della sua introduzione. Il cittadino riceverà un avviso relativo ad un contatto con un individuo positivo. E non si sa ancora se i dati raccolti verranno conservati sui dispositivi delle persone oppure su di un server appositamente dedicato e pubblico. Tale scelta avverrà prima della introduzione della app, “ma in ogni caso la privacy sarà garantita, con dati criptati”.

LEGGI ANCHE –> Fase 2 | studio coreano | “Flussi d’aria in spazi condivisi un pericolo”

app coronavirus arcuri
Arcuri sulla importanza della app Coronavirus Foto dal web