Home News Claudio Amendola, il dramma dell’infarto: “Successo tutto in un attimo”

Claudio Amendola, il dramma dell’infarto: “Successo tutto in un attimo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:57
CONDIVIDI

Qualche anno fa Claudio Amendola ha avuto un lieve infarto. Raccontando quell’esperienza l’attore ha fatto capire come in ospedale abbia avuto paura davvero. Da lì tutto è cambiato.

Claudio AmendolaClaudio Amendola è per certo uno degli attori italiani più amanti nel Bel Paese. Dopo una lunga carriera passata tra ruoli in fiction televisive e film al cinema, l’attore ha ancora voglia di lavorare e fare appassionare i suoi fan. Claudio, però, ha soprattutto voglia di passare maggior tempo in famiglia e vedere crescere i suoi nipotini. Di questo ed altro parlerà oggi nell’ultima puntata di Verissimo, programma nel quale ha raccontato l’esperienza più spaventosa di tutta la sua vita.

Leggi anche ->Claudio Amendola: da ‘I Cesaroni’ a ‘Nero a metà’, che fine ha fatto Rudy

Il figlio del grande Ferruccio Amendola si trovava in casa ed in quel periodo stava girando le riprese della fiction Rai ‘Nero a metà‘. Ad un tratto ha avvertito un malore ed ha parlato con la moglie, questa ha deciso di portarlo subito in ospedale: “Lo scorso settembre ho avuto un infarto. Mi sentivo male, respiravo a grande fatica e avevo dei dolori strani. Non ho avuto il tempo di preoccuparmi di morire perché ero nelle mani del reparto di Cardiochirurgia del Policlinico Umberto I, bravissimi davvero. Il giorno dopo ho firmato per uscire”.

Leggi anche ->Claudio Amendola piange a C’è Posta per te: c’è un ragazzo senza lavoro

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Claudio Amendola, infarto: “Ho capito che voglio fare ancora tante cose”

L’attore ha raccontato quell’episodio anche in una puntata di ‘Domenica In’. Dinanzi a zia Mara, però, Claudio si è soffermato soprattutto sulle sensazioni e sui pensieri che ha avuto in quel momento difficile: “E’ successo un anno fa, a settembre, ho avuto una piccola avvisaglia…Francesca è stata cinica: mi ha guardato e mi ha detto andiamo al pronto soccorso. Era un periodo pieno di lavoro… in quella notte all’ospedale mi sono reso conto di avere ancora un sacco di cose da fare! Voglio vedere i miei nipoti crescere, non sono pronto per…”. Ora Amendola sta meglio, ma dopo un episodio del genere vive sempre con le antenne alzate facendo attenzione ad ogni minimo segnale del suo corpo.

Claudio Amendola