Campania, De Luca sulla fase 2: “Movida? Vi siete bevuti il cervello”

Il Governatore della Campania De Luca chiarisce ai cittadini che la riapertura dovrà essere fatta con prudenza ed esclude la ripresa della movida.

Ci avviciniamo al 4 maggio in cui verosimilmente verranno alleggerite le misure di quarantena in cui l’Italia è entrata il 10 marzo scorso. I dati sui contagi giornalieri sono positivi soprattutto in alcune Regioni del centro-sud, tra le quali la Campania. Proprio i dati positivi registrati in questa regione hanno fatto pensare a molti che la ripresa delle attività possa essere maggiormente veloce e che dunque la vita possa tornare com’era prima della quarantena.

Leggi anche ->Coronavirus, Vincenzo De Luca: “Blinderò i confini della Campania”

A placare i bollenti spiriti ci ha pensato come sempre il governatore Vincenzo De Luca. Con il suo classico stile deciso, sarcastico e diretto, infatti, il presidente della Campania ha fatto capire che bisogna ripartire con cautela e pensare di poter tornare alla situazione di 3 mesi fa è letteralmente impossibile.

Leggi anche ->Vincenzo De Luca: chi è il vulcanico presidente della Campania

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

De Luca: “Movida? Ma vi siete bevuti il cervello?”

In un messaggio rivolto a tutti i campani, De Luca ammette che i dati sono incoraggianti: “Ci presentano un quadro, diciamo, rassicurante. Avendo da 10 giorni questa situazione tutto sommato stabilizzata dei nuovi contagi, credo che possiamo permetterci di prendere decisioni di maggiore flessibilità e di riapertura nei confronti delle attività produttive”. Successivamente ci tiene a chiarire che riapertura non significa ritorno alla normalità e che le misure sanitarie come il distanziamento sociale dovranno essere mantenute. Inoltre da maggio in poi sarà obbligatorio indossare la mascherina.

Il video si chiude con la secca risposta a chi chiede di riaprire la movida (la vita notturna delle città): “C’è qualcuno che mi ha scritto qualche lettera. La mia risposta è semplice ma sei scemo o buono? Cioè riprendiamo la Movida… Ci sono persone che si sono bevute il cervello”. In conclusione ribadisce che la riapertura va fatta con prudenza per evitare che il contagio torni a diffondersi.