Enrico Letta, chi è: età, carriera, vita privata dell’ex premier

Politico e professore: sono queste le due identità dell’ex Presidente del Consiglio Enrico Letta. Ecco tutto quel che c’è da sapere su di lui. 

Enrico Letta è un noto esponente politico e professore universitario italiano, presidente del Consiglio dei ministri della Repubblica Italiana dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014. Conosciamolo più da vicino.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

L’identikit di Enrico Letta

Enrico Letta è nato a Pisa il 20 agosto 1966, figlio di Anna Banchi e del matematico Giorgio Letta. Ha un fratello, Vincenzo (1971), è nipote di Gianni Letta, uno dei principali collaboratori di Silvio Berlusconi. Ha trascorso parte dell’infanzia a Strasburgo, dove ha frequenta la scuola dell’obbligo, ma gli studi alla scuola superiore li ha compiuti a Pisa (liceo classico). Fin dalla quarta ginnasiale ha partecipato alle attività del Movimento Studenti di Azione Cattolica. Si è laureato in Scienze Politiche (indirizzo politico-internazionale) all’Università di Pisa nel 1994 con la votazione di 110 e lode, e ha conseguito il perfezionamento in Diritto delle Comunità Europee presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

Enrico Letta è stato professore a contratto presso l’Università Carlo Cattaneo tra il 2001 e il 2003, presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa nel 2003 e presso l’École des hautes études commerciales di Parigi nel 2004. Si è sposato una prima volta a 24 anni, ha divorziato 6 anni dopo ed è sposato in seconde nozze con la giornalista del Corriere della Sera Gianna Fregonara, con la quale ha tre figli, Giacomo, Lorenzo e Francesco.

Nel 1998 Enrico Letta fu nominato ministro per le politiche comunitarie del governo D’Alema I, diventando il più giovane ministro, fino ad allora, della storia della Repubblica. È stato successivamente Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato nei Governi D’Alema II e Amato II, e poi Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri del governo Prodi II.

Europarlamentare dal 2004 al 2006 nel gruppo liberaldemocratico, dal 2001 è stato deputato, iscritto prima al gruppo parlamentare della Margherita e poi a quello del PD, partito del quale è stato vicesegretario nazionale dal 2009 al 2013.

Il 24 aprile 2013 Giorgio Napolitano, appena rieletto presidente della Repubblica, gli ha conferito l’incarico di formare un nuovo governo. Letta ha accettato l’incarico con riserva, poi sciolta positivamente il 27 aprile 2013; lo stesso giorno ha presentato la lista dei ministri e il 28 aprile ha pronunciato il giuramento. Meno di un anno dopo, il 14 febbraio 2014, ha rassegnato le proprie dimissioni a seguito della sfiducia votata il giorno precedente dalla Direzione Nazionale del Partito Democratico, in aperta polemica con Matteo Renzi.

Il 9 giugno 2015 Enrico Letta ha rinunciato al seggio in Parlamento al fine di dedicarsi all’insegnamento universitario. Dal 1º settembre dirige la Scuola di affari internazionali del prestigioso Istituto di studi politici di Parigi, dove vive tuttora con la sua famiglia.

EDS