Vittorio Feltri | messaggio contro il Sud | “Presto la finirete di campare sul Nord”

Il giornalista Vittorio Feltri, direttore di ‘Libero’, scrive un editoriale infarcito di roventi parole contro le regioni del Meridione.

Vittorio Feltri
Sfogo con tante polemiche per Vittorio Feltri Foto dal web

Il direttore di ‘Libero’, Vittorio Feltri, si lascia andare ad un duro sfogo. L’argomento è rappresentato dalla attuale epidemia in corso in Italia.

LEGGI ANCHE –> App Coronavirus | per Arcuri “strumento importante | contagio rallenta ma occhio”

Situazione nella quale l’esperto giornalista originario di Bergamo pone in evidenzia l’evidente divario tanto di contagi quanto di vittime che intercorre tra il Settentrione ed il Meridione. Mentre al Nord siamo nell’ordine delle migliaia e migliaia – con in particolar modo la Lombardia a detenere il triste primato di regione più colpita – le cose al centro ed al Sud sostanzialmente non hanno fatto riscontrare dei picchi di emergenza assoluta. Questo grazie in particolar modo al rispetto delle misure di distanziamento sociale, nonostante degli episodi controversi non siano mancati tanto al Nord quanto nel Sud stesso.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Brusaferro (ISS) | “Niente vacanze in estate per il bene di tutti”

Vittorio Feltri: “Qui non suoniamo il mandolino”

Il 76enne Vittorio Feltri, all’interno di un suo editoriale, ha scritto quanto segue. “Qui al Nord la gente è impaziente, non riscuote più lo stipendio, i risparmi si sono esauriti. Non si tratta di correre in strada a suonare il mandolino, ma di tornare in fabbrica. Un popolo operoso e generoso come quello settentrionale desidera solo rimpadronirsi delle proprie redini e continuare la propria esistenza di persone perbene”. Una affermazione del tutto legittima, alla quale però fa seguito un intervento alquanto sconclusionato e fin troppo figlio degli stereotipi. Cosa che non ci si aspetterebbe da una firma ritenuta dai più autorevole e che dovrebbe mantenere imparzialità ed oggettività.

L’attacco ai “manutengoli del Sud”

“La mentalità corrente è nota, il Meridione è terra affascinante e ricca di umanità mentre la Pianura Padana e le Prealpi sono abitate da uomini che puntano solo al denaro. A Milano, Bergamo, Brescia, Padova, Treviso, è sul punto di maturare la volontà di mandare al diavolo la Capitale e dintorni”. E poi il definitivo affondo. “Fate attenzione, manutengoli ingordi del Sud, a non tirare troppo la corda, poiché correte il pericolo di rompere il giochino che finora vi ha consentito di ciucciare tanti quattrini dalle nostre tasche di instancabili lavoratori. Noi senza di voi campiamo alla grande, voi senza di noi andate a ramengo. Datevi una regolata o farete una brutta fine, per altro meritata”. Parole che hanno suscitato reazioni di sdegno, in particolar modo dai tanti che al Sud vivono con il lavoro onesto. E che nel corso di queste settimane complicate hanno vissuto un momento economicamente duro.

LEGGI ANCHE –> Controlli Coronavirus | corre dal papà che sta morendo | multato