Truffa dello squilletto | il prefisso che ci costa 1,50 euro al secondo

La polizia postale mette in guardia tutti noi dalla ‘truffa dello squilletto’. Un espediente che i malfattori possono usare per spillarci del credito.

Truffa dello squilletto
Come stare al riparo dalla Truffa dello squilletto Foto dal web

La chiamano ‘la truffa dello squilletto‘. È una trovata alla quale fare attenzione perché rischia di costare molto caro a chi sarà talmente sfortunato da incapparvi.

LEGGI ANCHE –> Supermercati | attenti alla truffa dei falsi buoni spesa

Funziona con degli squilli consecutivi sul cellulare o anche sul telefono di casa, ai quali non si fa in tempo a rispondere. Esce fuori un numero sconosciuto. Subito dopo a chiamare è un numero straniero. La tentazione di chiamare è la nostra condanna, con la bellezza di un euro e mezzo al secondo che andranno a gravare sul nostro credito telefonico o sulla nostra bolletta. Questa odiosissima truffa dello squilletto è chiamata anche ‘ping call’. La prima chiamata dei truffatori è uno squillo che ha lo scopo di far credere che si tratti di una chiamata persa, da parte di qualcuno che ci cercava. Il secondo invece deve cancellare dalla nostra mente – nelle intenzioni dei malintenzionati – il pensiero che possa essersi trattato di uno errore.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Primo arresto per Coronavirus: in manette Antonello Ieffi per truffa

Truffa dello squilletto, cosa fare per non farsi colpire

Qualora dovessimo riuscire a rispondere, non riceveremmo risposta. La chiamata risulterebbe muta, come testimoniato da chi è riuscito tempestivamente a premere il tasto verde. La polizia postale mette in guardia da questo antipatico espediente ed avvisa di fare attenzione ai seguenti prefissi soprattutto. Il +216 della Tunisia ed il +44 dell’Inghilterra. E c’è anche l’invito a non richiamare mai tali numeri. Il fenomeno è dato in incremento in particolare in questo periodo nel quale molta gente deve restare chiusa a causa per via della pandemia in atto. Un’altra cosa da fare per evitare di darla vinta ai malfattori è anche non inviare messaggi a questi numeri, non aprire link contenuti in sms o messaggi su Whatsapp e simili da parte di mittenti sconosciuti e bloccare gli stessi.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus Italia | occhio alla truffa porta a porta | come avviene