Truccazzano, fucila la compagna: poi si presenta dai carabinieri

Non solo emergenza Coronavirus, ma continuano le brutte notizie. A Truccazzano, in provincia di Milano, un uomo di 47 anni fucila la compagna e si costituisce dai carabinieri

Moglie uccisa marito

Ancora una follia durante l’emergenza Coronavirus. Un uomo di 47 anni ha fucilato la compagna, poi si è presentato dai carabinieri per costituirsi. La tragedia è avvenuta la scorsa notte a Truccazzano, in provincia di Milano. L’uomo aveva precedenti penali e così si è recato dell’Arma a Cassano d’Adda svelando così di aver ucciso prima la donna di 47enne, sua compagna, con colpo di fucile alla testa: l’arma era regolarmente detenuta dalla donna.

LEGGI ANCHE >>>  Fermato su un motorino rubato, minaccia i Carabinieri con un machete

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Truccazzano, la folle tragedia

I carabinieri sono volati sul posto dove hanno così trovato la donna morta sul letto. Aveva una grossa ferita sulla testa a causa del proiettile del fucile a pompa calibro 12. Secondo le prime dichiarazioni dell’uomo, sarebbero stati motivi “passionali”, ma le indagini sono ancora in corso. La coppia era legata ormai da circa 9 anni: ora l’uomo si trovava in stato di fermo nella caserma dei carabinieri di Cassano per essere interrogato dal pm di turno.

suicidio Salerno