Lombardia, polemiche per le mascherine Fippi: “Sono inutili” – VIDEO

Sono giunte numerose polemiche sulle mascherine prodotte in Lombardia per gli operatori sanitari: ecco cosa dice Giorgio Arca di Cittadinanza Attiva.

Sin da quando è iniziata l’emergenza sanitaria, uno dei problemi principali è stata la carenza di mascherine per il personale medico. Il mese scorso l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, lamentava la fornitura di mascherine inadatte e a ‘Skytg24’ affermava: “C’è un’emergenza mascherine che va risolta con i giusti presidi. La Lombardia sta facendo uno sforzo pazzesco, almeno dateci gli strumenti adeguati”.

Leggi anche ->Coronavirus, mascherine obbligatorie in Lombardia

Una soluzione interna è giunta quando l’Istituto Superiore della Sanità ha approvato la produzione delle mascherine Fippi. L’azienda, conscia dell’emergenza mascherine, ha deciso di convertire la sua normale produzione (pannolini per aziende terze) in quella di mascherine. Dieci giorni dopo l’inizio dell’emergenza ha quindi presentato un modello di mascherina all’autorità sanitaria e si è detta in grado di produrne circa 900.000 in un giorno. Ottenuta l’autorizzazione a procedere, le mascherine sono cominciate a giungere negli ospedali.

Leggi anche ->Consiglio Superiore di Sanità: “Mascherine utili, ma non fondamentali…”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Lombardia, le polemiche sulle mascherine 

Sin da quando le prime forniture sono giunte, sono emerse le prime lamentele. Su Facebook il portavoce della ADL Cobas Riccardo Germani si lamenta dell’aspetto delle mascherine, scrivendo: “Ennesima umiliazione nei confronti di chi sta prestando il suo lavoro nelle strutture sanitarie. Un’offesa a chi svolge una professione sanitaria e mette a rischio ogni giorno la propria vita. Bisogna fermare la lega al governo della Regione Lombardia e la Fippi S.p.A a cui hanno dato questo ordine di produzione”.

Al suo appello si è associato qualche ora dopo anche Giorgio Arca di Cittadinanza Attiva. Questo ha prima scritto: “Non l’avevo ancora vista e sono riuscito a recuperarne una. La pseudo mascherina fatta con materiale dei pannolini è veramente un obbrobrio. Per indossarla bisogna infilarla dalla testa perché senza lacci, non rimane fissa, lascia il naso senza protezione ma per spiegarlo meglio ho fatto un video, come potete vedere e dove si evidenzia l’inutilità”. Quindi ha aggiunto: “Mi rivolgo alla giunta Regionale, vi presentate in televisione per vantare i medici e infermieri per il grande lavoro che fanno, ma non li mettete in condizione di operare in sicurezza e questa pseudo mascherina lo dimostra. Il personale sanitario vuole i dispositivi idonei per curare i cittadini colpiti da covid 19”. Infine ha girato un video per mostrare praticamente per quale motivo sono poco funzionali.