Coppia di genitori: “Finiti in bancarotta per curare nostra figlia”

Il dramma di una coppia di genitori, che lanciano un appello e spiegano di essere “finiti in bancarotta per curare nostra figlia”.

Una coppia di genitori è destinata a fallire dopo aver investito i propri risparmi e accumulato debiti in spese mediche per fermare una forma aggressiva di cancro al cervello che ha ucciso la figlia di otto anni.

Leggi anche –> Bambina di 2 anni combatte contro il cancro: ha il 50% di possibilità di guarire

Gary, 41 anni, e Melissa Short, 34 anni, devono affrontare lo schiaffo di con fatture mediche a sei cifre per le cure ospedaliere date alla loro figlia gravemente ammalata, Naomi.

Leggi anche –> Daniele muore a 9 anni: ha perso la battaglia contro il cancro

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Naomi malata di cancro: i genitori rischiano la bancarotta

Alla bambina, di Hamilton, nell’Ohio, è stata diagnosticata una delle forme più rare e più aggressive di cancro al cervello che è così insolita che rappresenta meno dell’1% di tutti i tumori del cervello. Dall’ottobre dello scorso anno ha subito sette operazioni al cervello.-Tra questi, un importante intervento chirurgico per rimuovere un grosso tumore. Successivamente ha subito sei cicli di chemioterapia. Il tabloid Metro ha raccolto la loro testimonianza.

In soli sei mesi il costo di medicine, interventi chirurgici e settimane di ricovero in ospedale ha portato di fatto i genitori della bambina verso la bancarotta. “I dottori ci hanno detto di non preoccuparci delle fatture per ora, ma è più facile a dirsi che a farsi”, spiega il papà di Naomi. I genitori peraltro hanno lanciato una campagna su GoFundMe per raccogliere fondi da destinare alle spese mediche, che altrimenti dovrebbero tirare fuori di tasca propria.