Home News Covid 19 Italia | l’ISS | “Rischio di un nuovo contagio in...

Covid 19 Italia | l’ISS | “Rischio di un nuovo contagio in autunno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:41
CONDIVIDI

L’Istituto Superiore di Sanità mette in guardia sui possibili rischi futuri da Covid 19 Italia. “In autunno potrebbe esserci una nuova ondata di casi”.

covid 19 italia
Crisi sanitaria Covid 19 Italia FOTO Getty Images

Giovanni Rezza, direttore di Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, lancia un allarme per quando giungerà l’autunno. “Allora il Covid 19 in Italia potrebbe riprendere a circolare.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus news | morto un bambino | era un neonato di 6 settimane

Il rischio è che possa avvenire questo fino a quando non si creerà una immunità di gregge. Cosa che speriamo non avvenga a breve perché vorrebbe dire in un’ottica nel medio periodo assistere alla morte di tantissime persone e ad uno stress anche peggiore di quello di oggi che toccherà al nostro sistema sanitario sostenere. Inoltre altrettanto elevato è anche il rischio di creare nuovi focolai di Covid 19 in Italia a causa delle reintroduzioni e delle riprese delle attività. Magari il Coronavirus potrebbe trasmettersi di meno in estate, ma in autunno ci sarà il rischio che riparta e quindi occorre studiare una strategia. Il virus persisterà nella popolazione”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Heather Parisi | “Nessuna seconda quarantena Coronavirus a Hong Kong”

Covid 19 Italia, Rezza: “Se l’epidemia riparte dovremo chiudere di nuovo tutto quanto”

Parole che il professor Rezza ha rilasciato al quotidiano ‘La Repubblica’ nel corso di una intervista. “Ora stiamo lavorando per abbattere la trasmissione del virus, una volta che ci riusciremo dovremo anche pensare a come evitare che il contagio riparta. E quindi vanno intercettati i nuovi casi, soprattutto con l’operato dei medici di famiglia e dei dipartimenti di prevenzione delle Asl. Chi mostrerà sintomi dovrà subito essere messo in quarantena. Inoltre un altro strumento importante può essere la app di tracciamento. Tramite essa – aggiunge Rezza – possiamo capire dove si trova un individuo e questo farà si di potere intercettare i contatti a rischio. Siamo al lavoro per cercare di capire quali potrebbero essere le soluzioni più efficaci. Se l’epidemia dovesse ripartire, sarà inevitabile dovere chiudere di nuovo tutto quanto”.