Viminale conferma i divieti previsti dal decreto: “Non è cambiato nulla” – VIDEO

Il Ministro dell’Interno ha risposto alle critiche mosse da De Luca e Gallera, precisando che i divieti sugli spostamenti previsti rimangono gli stessi.

In seguito alla circolare emessa ieri pomeriggio dal Governo per precisare quali fossero le uscite consentite (genitori-figli, passeggiate sotto casa e di disabili e anziani), il governatore della Campania De Luca e il ministro al Welfare della Lombardia Giulio Gallera hanno tuonato contro il Ministro dell’Interno. Secondo loro, infatti, la circolare avrebbe generato confusione e possibili violazioni del decreto sugli spostamenti.

Leggi anche ->Coronavirus, violazioni al decreto: dalle passeggiate fuori porta ai fumatori

Dopo le polemiche sorte, il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese ha voluto chiarire che la circolare non aggiunge nulla di nuovo, ma specifica la normativa vigente: “La circolare del ministero dell’Interno del 31 marzo si è limitata a chiarire alcuni aspetti interpretativi sulla base di richieste pervenute al Viminale. In particolare è stato specificato che la possibilità di uscire con i figli minori è consentita ad un solo genitore per camminare purché questo avvenga in prossimità della propria abitazione e in occasione di spostamenti motivati da situazioni di necessità o di salute”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI