Home News Coronavirus, il mistero dei numeri in Germania: pochissime vittime, ecco perché

Coronavirus, il mistero dei numeri in Germania: pochissime vittime, ecco perché

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:21
CONDIVIDI

Coronavirus, ecco spiegato il mistero dei numeri in Germania: pochissime vittime da Coronavirus registrate, ma non si tratta di un miracolo o immunità.

I numeri in arrivo dalla Germania per quanto riguarda il coronavirus e le sue vittime sono sempre più sbalorditivi: mentre in Italia si contano 101.739 casi totali e 11.591 morti di Covid-19 (dati riportati da Il Post ieri sera, lunedì 30 marzo), sembrerebbero essere solo 560 i decessi registrati in Germania. I casi di coronavirus registrati, però, sarebbero oltre 63mila. La Germania è immune al coronavirus? O baciata dal miracolo? In realtà la spiegazione di questo bassissimo tasso di mortalità è molto semplice: il paese conta i decessi in un modo tutto suo. Il governo tedesco, infatti, non include nella lista dei decessi da Covid-19 le persone che presentavano già altre patologie; il contrario, invece, continuano a fare Italia, Cina e Corea del Sud. Sono questi i tre paesi che, oltre all’Iran, presentano i dati peggiori quando si parla di morti per coronavirus. Ne consegue una percezione sociale del virus completamente distorta: mentre in Italia il freno imposto dal governo sembra iniziare a dare i suoi frutti, in Germania l’allarme è rimasto molto basso. Al momento Berlino non ha chiuso musei, teatri o discoteche.

Potrebbe interessarti anche –> Coronavirus News | Brutte notizie dalla Germania | “Serviranno 2 anni”

Coronavirus, il mistero dei numeri in Germania: la strategia tedesca

In Germania sottoporsi al tampone per il diagnostico di Covid-19 è complicatissimo. Le casse mediche tedesche parlano di 35mila test disponibili, ma da ciò che si deduce dalla testimonianza di una donna tedesca riportata da “Berlino Magazine” farsi esaminare non è per niente facile. La donna ha raccontato di aver accusato diversi sintomi collegabili con il nuovo virus, ma non è mai riuscita a mettersi in contatto con un medico per sapere come comportarsi; né tramite i numeri d’emergenza, né raggiungendo di persona il tendone allestito da un ospedale. Effettuare il test privatamente costa 300 euro, farlo per vie pubbliche impone al paziente un’attesa interminabile ed estenuante. Ogni tendone, racconta la stessa signora, somministra appena una sessantina di tamponi al giorno. Il ministro dell’Economia tedesca, Peter Altmaier, ha svelato la strategia tedesca: “Quanto più lentamente si diffonde il virus, tanto più è probabile che possiamo prevenire una recessione economica”.

Se vuoi seguire tutte le ultime notizie selezionate dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!