Trump ‘ottimista’ sul Coronavirus | “100mila morti sarebbe un ottimo bilancio”

0
5

Donald Trump Coronavirus: il presidente degli Stati Uniti si lascia scappare una dichiarazione che sta facendo molto discutere sull’emergenza in corso.

Trump Coronavorus
Donald Trump Coronavorus le dichiarazioni del presidente statunitense FOTO viagginews

Anche il presidente Usa, Donald Trump, non può più ignorare l’emergenza Coronavirus. Il Covid 19 è arrivato pure negli States e sta mietendo migliaia di contagi oltre che un numero già considerevole di vittime.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, ecco quando finiranno i contagi regione per regione

Gli infetti ammontano a 143.025 ed i morti sono 2.513. Nel giro di appena una settimana il bilancio è quadruplicato, portando Trump a non potere più ignorare quanto sta accadendo. Ma ora sta suscitando accese discussioni l’atteggiamento dello stesso magnate ed inquilino della Casa Bianca, che in un ennesimo eccesso di ottimismo ha affermato alla stampa quanto segue. “Se alla fine di tutto questo riusciremo a contenere il numero di morti entro i 100mila, allora potremo dire di avere compiuto un lavoro molto buono.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Covid 19 Italia | gira il mercato 4 volte per stare lontano dalla moglie

Trump Coronavirus, il punto del presidente Usa

Il presidente ritiene poi che il picco negli Stati Uniti raggiungerà il suo apice nel giro di due settimane, quindi entro metà aprile. Gli Usa sono ora la nazione con il maggior numero di contagi, seguiti da Italia e Spagna. Stabile la situazione della Cina, che già da alcuni giorni non fa registrare più casi di contagio interni, e deve gestire solo le circa 30 decine al giorno di media di coloro che rientrano dall’estero e risultano positivi al Coronavirus.

LEGGI ANCHE –> Donna incinta muore di Coronavirus | anche il bambino non ce l’ha fatta

“Stiamo anche aiutando Italia e Spagna”

Lo stesso Trump intanto ha fatto sapere di avere reso operativa la proroga che per un altro mese impone le misure straordinarie concepite dalla sua amministrazione allo scopo di contrastare la diffusione del Covid-19. “Noi siamo al fianco di Italia e Spagna, ai quali abbiamo offero un aiuto importante. Abbiamo mandato loro cose importanti che a noi non servono, e stiamo dando ai suddetti Paesi anche un contributo sostanzioso in termini monetari”.