Coronavirus, rallenta il contagio: primo funerale in streaming

0
5

Anche nella giornata di oggi rallenta il contagio da Coronavirus in Italia: 2mila persone hanno partecipato al primo funerale in streaming.

(PIERO CRUCIATTI/AFP via Getty Images)

Rallenta ancora il contagio da Coronavirus in Italia nella giornata di oggi, 30 marzo: i nuovi casi sono 1648, a cui si aggiungono però 812 vittime, 66 in più rispetto a ieri. C’è poi il record giornaliero di guariti, come sottolineato dal capo della Protezione civile, Angelo Borrelli: 1590. Sono così 4.050 i nuovi contagiati totali.

Leggi anche –> Scienziati russi possiedono tre farmaci per curare il Coronavirus

Ieri, si erano contati nel nostro Paese 756 morti, 646 nuovi guariti e 3.815 nuove persone in cura, ovvero oltre mille e 200 in più complessivamente rispetto a oggi. Anche oggi il dato più preoccupante è quello della Lombardia: la Regione conta il 60% delle vittime e il 42% dei casi complessivi.

Leggi anche –> Coronavirus, picco “tra 7-10 giorni”: “Superato in Lombardia” – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le ultime notizie selezionate dalla nostra redazione in tempo reale CLICCA QUI!

Primo funerale in streaming di vittima di Coronavirus: i dati del contagio

(PIERO CRUCIATTI/AFP via Getty Images)

Anche oggi troppe sono state le vittime: 458 infatti i decessi in 24 ore, mentre c’è un rallentamento nei nuovi casi, che sono oggi 1.154, ovvero il 2,8% in più rispetto a ieri. Una frenata si registra in generale in tutte le Regioni maggiormente colpite: 215 i nuovi casi registrati in mattinata in Veneto, con 11 decessi, mentre nelle Marche i nuovi contagi sono 126. Qui si registra un altro dato positivo: su 548 campioni analizzati, scende al 23% la percentuale di positivi, a fronte di una media di un campione su tre.

Sempre nelle Marche, si registrano le prime lauree online all’Università degli Studi di Macerata: saranno centinaia gli studenti che entro aprile si laureeranno in questa modalità. Spicca il caso di una studentessa che si è laureata in teleconferenza da una SAE dell’Alto Maceratese, dove vive dopo il terremoto del 2016. Sempre nel Maceratese, a Treia, si sono tenuti oggi i funerali di Anna Maria Paccusse, una mamma di 53 anni, la più giovane vittima del Coronavirus in provincia. Si è trattato del primo funerale in streaming in provincia, visto da oltre 2mila utenti collegati con il Centro Funerario Città di Macerata. Il server del sito – hanno spiegato dall’agenzia funebre – è stato sovraccaricato e da qui la scelta di condividere su Youtube la registrazione delle esequie.