Home News Fabrizio Corona, l’appello: “Arrestato per la quarta volta, sarò sempre un detenuto”

Fabrizio Corona, l’appello: “Arrestato per la quarta volta, sarò sempre un detenuto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:31
CONDIVIDI

Fabrizio Corona scrive un post su Instagram molto forte, un appello disperato. E’ l’ennesimo affondo nella sua storia travagliata.

fabrizio corona

Fabrizio Corona torna a far parlare di sé come difensore dei detenuti e non solo. La situazione nelle carceri italiane è infatti già grave di per sé, ma ora che la pandemia del Coronavirus è diffusa in tutto il mondo, è facile capire come in un luogo affollato come le celle il virus abbia terreno fertile per propagarsi.

Leggi anche–> Fabrizio Corona: “La quarantena non è il carcere, state in casa”

Su Instagram ha infatti scritto un post in cui chiede ai politici di occuparsi anche di chi si trova rinchiuso.

Fabrizio Corona: “Per i detenuti la situazione è grave”

Come abbiamo detto, Corona ha pubblicato un post in cui torna a parlare del suo ruolo di ex detenuto: “Esattamente un anno fa, venivo arrestato per la 4 volta, non sapevo cosa sarebbe successo, quanto tempo sarei dovuto rimanere chiuso dentro una cella, ma sapevo che avrei combattuto per curarmi, per riprendermi, per non sbagliare più, per rispettare le regole. Senza mezzi di comunicazione con l’esterno, senza nessun termine, immerso in mille incertezze sono riuscito piano piano a riprendere la mia vita e ora la sto ricostruendo. Sono stato un detenuto, sono un detenuto, lo sarò sempre e oggi invito il governo ad avere umanità e intervenire immediatamente per la situazione delle carceri italiane. La situazione è grave e bisogna intervenire subito per loro che comunque sono parte della nostra società e per le loro famiglie. Sono essere umani cazzo, chi comanda lo deve capire. @adalet_official
Ps. Un abbraccio a tutte le famiglie”. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Esattamente un anno fa, venivo arrestato per la 4 volta, non sapevo cosa sarebbe successo, quanto tempo sarei dovuto rimanere chiuso dentro una cella, ma sapevo che avrei combattuto per curarmi, per riprendermi, per non sbagliare più, per rispettare le regole. Senza mezzi di comunicazione con l’esterno, senza nessun termine, immerso in mille incertezze sono riuscito piano piano a riprendere la mia vita e ora la sto ricostruendo. Sono stato un detenuto, sono un detenuto, lo sarò sempre e oggi invito il governo ad avere umanità e intervenire immediatamente per la situazione delle carceri italiane. La situazione è grave e bisogna intervenire subito per loro che comunque sono parte della nostra società e per le loro famiglie. Sono essere umani cazzo, chi comanda lo deve capire. @adalet_official Ps. Un abbraccio a tutte le famiglie.

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal) in data: 26 Mar 2020 alle ore 1:49 PDT

Qualcuno ha scritto che dei detenuti non gliene frega niente, ma in diversi sono stati dalla parte di Corona: “Rispondo a coloro che anno risposto.a noi non c’è ne frega un cazzo che corona a fatto 4anni.ma voi sapete cosa vuol dire stare 24su24 in una cella con magari detenuti che puzzano perché non si lavano..vi lamentate voi per un po’ di quarantena..ma dai suuuu…corona a dimostrato a tutti a tutta l’Italia di essere un uomo con le palle..la vostra è tutta invidia…corona sono un tuo fans sei unico veramente..fai sempre delle belle storie su ista” oppure “Nessuno si degna di parlarne… fanno tutti finta di niente.. solo chi lo prova può capire !!!! ❤️ Grazie Fabry ❤️”.