Home News Baby-mamma di 14 anni uccide il figlio per poter uscire con gli...

Baby-mamma di 14 anni uccide il figlio per poter uscire con gli amici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:35
CONDIVIDI

Una baby-mamma è stata arrestata per aver ucciso il figlio di un anno. Agli investigatori ha ammesso di averlo fatto per poter uscire con gli amici.

Divenuta madre a soli 13 anni, Arisa Udsanee, ragazzina residente a Bueng Kan (Thailandia), non era emotivamente pronta a prendersi una responsabilità così grande. I genitori l’hanno convinta a tenere il piccolo e si sono mostrati estremamente disponibili a crescerlo. Tale supporto, però, non è stato sufficiente ad evitare che l’adolescente compisse un atto estremo.

Leggi anche ->Mamma uccide il figlio di 3 anni e lo getta nel fiume per andare in vacanza

La scorsa settimana Arisa ha rubato il motorino del patrigno per uscire insieme agli amici ed è rimasta fuori per 3 giorni senza dare notizie. Al ritorno a casa i genitori l’hanno sgridata ed il patrigno le ha dato uno schiaffo. La punizione non era dovuta tanto alla fuga con gli amici, ma al fatto che aveva lasciato l’uomo senza il mezzo e non è potuto andare a lavorare per 3 giorni. L’adolescente ha avuto una crisi, ha preso il figlio e lo ha portato da un’amica, chiedendogli ospitalità. La mattina dopo l’amica ha trovato il corpo del bambino impiccato e nascosto da una carrozzina.

Leggi anche ->Giovane mamma uccide la figlia di 3 anni per andare ad un festival con gli amici

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Baby-mamma impicca il figlio per uscire con gli amici

Tornata a controllare la situazione, Arisa è stata presa in consegna dagli agenti di polizia che nel frattempo erano arrivati per esaminare la scena del delitto. La baby-mamma ha ammesso loro di aver ucciso il figlio per avere la libertà di uscire quando le pareva. Il racconto dell’adolescente è da brividi: “Ho preso il motorino del mio patrigno per vedere i miei amici e sono stata fuori per tre giorni. Ho lasciato il bimbo con mio padre e mia madre. Quando sono tornata erano seccati e mio padre mi ha dato uno schiaffo. Il gesto ha urtato i miei sentimenti, così ho preso il bimbo per stare nella cabina di un’amica. Sono stata due ore a piangere e pensare cosa fare della mia vita e di quella di mio figlio. Ho deciso che la sua vita doveva terminare”.

Distrutta, la madre della ragazza ha dichiarato ai media: “Io capisco che voglia vivere come qualunque altra adolescente, ma uccidere il figlio per questo è imperdonabile“. Il capo della polizia è sulla stessa linea della madre e dichiara: “La ragazza ha ucciso il figlio e dovrà stare in carcere per 15-20 anni. Impossibile allo stato attuale delle cose sospendere il processo, visto che l’azione legale ha avuto inizio. Lei ha ammesso il crimine e finirà in carcere”.