Home News Paolo Bonolis, rivelazione su Luca Laurenti: “Non sa che c’e il Coronavirus”

Paolo Bonolis, rivelazione su Luca Laurenti: “Non sa che c’e il Coronavirus”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:31
CONDIVIDI

Paolo Bonolis rivela durante una diretta Instagram che Luca Laurenti vive isolato tanto da non sapere nemmeno che c’è il Coronavirus.

Paolo Bonolis

Paolo Bonolis e Luca Laurenti sono una coppia sul lavoro da tantissimi anni: i due sono stati protagonisti di diversi successi di Mediaset, come Tira e Molla, Chi ha incastrato Peter Pan, Ciao Darwin e Avanti Un Altro. Pare anche che i due da un po’ di tempo a questa parte non vadano più tanto d’accordo, tanto da aver litigato dietro le quinte di Avanti Un Altro. L’accaduto è stato smentito da Bonolis, il cui programma preserale è stato sospeso – come altri – a causa del Coronavirus.

Leggi anche –> Paolo Bonolis furioso con Mediaset: programma sospeso per Coronavirus

Paolo Bonolis: “Laurenti vive come un eremita, non sa che c’è il Coronavirus”

Il conduttore – dopo l’intervento del suo staff  che aveva smentito la rottura tra i due – è intervenuto in prima persona durante una diretta su Instagram con l’autore tv Marco Salvati. A chi gli chiedeva che cosa ci fosse di vero della notizia, Bonolis è stato molto secco: “Caz…te. Non abbiamo avuto mai liti furiose io e Luca, manco ci pensiamo ad averne. Siamo talmente felici insieme che la lite è una situazione improbabile”

Durante la chiacchierata, Bonolis ha parlato con la sua consueta ironia di come vive Laurenti, che parrebbe proprio un eremita: “Devo dare una risposta a tutti quelli che continuano a chiedermi di Laurenti. Laurenti è vivo e lotta insieme a noi, però lui è come Il solitario di Rio Grande. Lui vive da solo, in assenza di comunicazione, perché è la sua scelta di vita. Non sa nemmeno che c’è il coronavirus…” Una dichiarazione che suona decisamente irriverente, dati i tempi bui che sta attraversando l’Italia.

Il conduttore ha poi concluso di rispettare la volontà dell’amico di vivere lontano da tutto e da tutti: “Lui sta lì, sta bene, io rispetto la sua volontà di vita ascetica e remota, per cui se non lavoriamo, tendenzialmente non ci sentiamo. E lui sta bene così e io sono felice che lui stia bene così. Ma tornerà.”