Home News Federica De Cola, chi è: carriera, vita privata, malattia della figlia

Federica De Cola, chi è: carriera, vita privata, malattia della figlia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:14
CONDIVIDI

Chi è l’attrice Federica De Cola, carriera e vita privata: gli esordi, il successo al cinema e nella fiction, il dramma della malattia della figlia.

(GABRIEL BOUYS/AFP via Getty Images)

Siciliana classe 1984, Federica De Cola si è laureata al DAMS presso l’università di Palermo: ha inoltre studiato danza e recitazione per molti anni. Esordisce a teatro a fine anno Novanta, giovanissima, mentre al cinema la scopriamo nel 2005 con Nuovomondo di Emanuele Crialese.

Leggi anche –> Mariangela Melato, chi era l’attrice: carriera e curiosità

Arrivano quindi una serie di apparizioni sul piccolo schermo con le produzioni televisive L’ultimo dei Corleonesi (2007), La vita rubata (2007), Pane e libertà (2008) e Sissi (2009).

Leggi anche –> Mia Wasikowska, chi è: vita e carriera dell’attrice australiana

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Carriera e vita privata di Federica De Cola

(GABRIEL BOUYS/AFP via Getty Images)

Nel 2011 ha interpretato il ruolo di una delle tre protagoniste nella miniserie televisiva Atelier Fontana – Le sorelle della moda, insieme ad Anna Valle ed Alessandra Mastronardi. Ancora fiction di successo per lei, come Un matrimonio e Braccialetti Rossi. Un altro grande amore resta il teatro, mentre al cinema nel 2014 la vediamo nel film Il Giovane Favoloso, dedicato alla figura di Giacomo Leopardi, in cui interpreta Paolina Ranieri. Tra le fiction televisive, partecipa a Il Commissario Montalbano e C’era una volta Vigata, entrambe ispirate dai romanzi di Andrea Camilleri.

L’attrice ha una figlia, Bianca, che ha due anni e mezzo e che è affetta da diabete. Federica De Cola ha raccontato in un’intervista al Corriere della Sera che la malattia è stata scoperta a causa di una strana febbre. Ha spiegato: “La glicemia di Bianca, quando le hanno fatto il test al Pronto Soccorso quel giorno di giugno, era a 588; il valore massimo per un bambino così piccolo è 180. Fu ricoverata d’urgenza in stato di chetoacidosi, per dodici ore ha dovuto fare la flebo con la terapia insulinica endovena”.