Bimba di 12 anni contrae Coronavirus, è in pericolo di vita: “Pregate per lei”

0
1

Una bimba che ha contratto il coronavirus ha sviluppato una grave polmonite ed ora si trova intubata in ospedale: i suoi cari chiedono di pregare per lei.

Sappiamo che, per ovvie ragioni, i soggetti più a rischio di morte con un infezione di coronavirus sono gli anziani e coloro che presentano delle malattie pregresse. Questo non significa che chi è più giovane e non ha mai avuto delle problematiche di salute non possa avere dei sintomi gravi e finisca in ospedale rischiando la vita. Lo abbiamo visto nei nostri ospedali, all’interno dei quali sono stati ricoverati e intubati anche ragazzi, lo conferma la storia che giunge oggi da Atlanta (Usa).

Leggi anche ->Ragazza 20enne positiva al Coronavirus con sintomi del tutto diversi

A raccontarla è Anthony, cugino della giovanissima Emma, alla ‘CNN‘. Il ragazzo spiega come la cugina abbia contratto il Covid-19 e nel corso delle settimane abbia sviluppato una pericolosa polmonite interstiziale. Adesso la piccola Emma, 12 anni, si trova ricoverata allo Scottish Rite Hospital. Le sue condizioni continuano ad essere gravi, anche se i medici ritengono che la bimba possa reagire positivamente ai trattamenti e tornare a casa quanto prima.

Leggi anche ->Torna dalla pensione per aiutare, medico muore a causa del Coronavirus

Bimba di 12 anni in ospedale, il cugino: “Mantenete le distanze, anche i più giovani possono essere colpiti”

Il giovane Anthony specifica che raccontare la storia di Emma serve come monito a quei ragazzi che non hanno ancora compreso la gravità della situazione. Il ragazzo spiega alla ‘CNN’: “Qui c’è una dodicenne che lotta per la sua vita. La gente deve mantenere la distanza sociale. La gente deve prendersi cura dei suoi bambini. I medici pensano che si tratti di uno dei casi più giovani, senza problemi di salute pregressi”.

Dopo aver lanciato l’appello, il ragazzo racconta cos’è capitato alla bimba: “Le è stata diagnosticata una polmonite. Dopo due giorni ha cominciato a tossire sangue ed i suoi polmoni sono stati invasi. E’ stata sottoposta ad una trasfusione ed hanno dovuto creare una linea diretta con il suo cuore. Le sue condizioni oggi sono migliori, ma è attaccata ad un ventilatore e non riesce a respirare autonomamente. Per favore pregate per lei”.