Coronavirus, vietato spostarsi dal Comune in cui ci si trova

0
4

Coronavirus, vietato spostarsi dal Comune in cui ci si trova. Questo quanto stabilito da una nuova ordinanza dell’autorità competente. Le persone potranno spostarsi solo un caso di “comprovate esigenze”, legate alla salute o all’attività lavorativa.
Coronavirus

La nuova ordinanza dei Ministri dell’Interno e della Salute stabilisce nelle ultime ore una misura ancora più restrittiva per tentare di arginare il contagio da Coronavirus.

Leggi anche –> Coronavirus | Mascherine, quali tipi ci sono e chi deve usarle

e ancora –> Coronavirus, ospedali sono focolai | Infermieri avvisano: “Siamo noi gli untori”

Leggi anche –> Conferenza stampa Giuseppe Conte in diretta, sabato 21 marzo

Coronavirus, divieto di spostamento dal Comune nel quale ci si trova

Aumenta di minuto in minuto il numero di persone contagiate o morte per aver contratto il Coronavirus. E di ora in ora si susseguono i provvedimenti emanati dall’autorità governativa in grado di varare misure sempre più restrittive al fine di tentare di contenere il dilagare dell’epidemia sul nostro territorio nazionale. Un’ordinanza dei Ministri dell’Interno e della Salute stabilisce il divieto di spostamento dal Comune in cui ci si trova. Tale ordinanza rimarrà efficace fino all’entrata in vigore di un nuovo decreto del presidente del Consiglio dei Ministri.

Se vuoi conoscere tutte le notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il testo dell’odinanza in questione ribadisce il “divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in Comune diverso da quello in cui si trovano”. Tale misura esclude espressamente spostamenti motivati da “comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute”. Il divieto riguarda i mezzi sia del trasporto pubblico che quelli privati e si pone come obiettivo quello di limitare ancora di più la libertà di movimento dei cittadini al fine di tentare di contenere il diffondersi dell’epidemia. Tutte le stazioni saranno per questo presidiate.

Nella notte inoltre, attraverso l’ultima conferenza pubblica, il presidente del Consiglio Conte ha parlato al Paese per spiegare le ultime misure varate dal Governo. Ovvero una nuova stretta per le attività considerate non necessarie. Viene infatti imposto lo stop a tutte le attività produttive non rientranti nella categoria di quelle considerate essenziali.
Coronavirus